Cultura
Commenta

Città dei Proverbi, si parte:
ecco la posa della prima... targa

Un esempio arriva proprio da Fossacaprara, patria degli gnoc a la mulinera, ricetta antica, dove la tradizionale sagra si tiene vicino alla chiesa, che ospita l’affresco più antico della Diocesi di Cremona. Come a dire sacro e profano. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Casalmaggiore Città dei proverbi, atto primo. Dopo un’attesa lunga tre anni, il progetto ideato da Giuseppe Boles, Paolo Zani, Costantino Rosa e dal compianto Giampietro Tenca, ha preso il via giovedì mattina. E lo ha fatto da Valle, la più periferica delle frazioni.

Valle, Fossacaprara, Quattrocase le tre frazioni scelte. Poi si penserà al centro storico, con il fido aiuto di Bruno Arcari che fissa ogni pezzo. In totale 70 targhe in bronzo che riportano ciascuna un proverbio in dialetto casalese.

Un esempio arriva proprio da Fossacaprara, patria degli gnoc a la mulinera, ricetta antica, dove la tradizionale sagra si tiene vicino alla chiesa, che ospita l’affresco più antico della Diocesi di Cremona. Come a dire sacro e profano. Da lì il proverbio, che potete trovare nel servizio tg.

QUI SOTTO GLI INTERVENTI DI BOLES E ZANI

G.G.

 

© Riproduzione riservata
Commenti