Cronaca
Commenta

Arma, Medaglia Mauriziana al
Tenente Colonnello Luigi Regni

A Casalmaggiore, dove di tanto in tanto in borghese si fa ancora vedere per qualche giro o un caffé, nessuno l'ha dimenticato: merito anche di quel suo carattere portato a stare tra la gente, alla volontà di avvicinare l'Arma ai cittadini, perseguita per 9 anni e con costante impegno

La medaglia Mauriziana è un’onorificenza che si ottiene con dieci lustri (50 anni) di carriera militare senza note di demerito. E’ una medaglia che viene data agli ufficiali e ai sottoufficiali delle forze armate con Decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro della Difesa. Ad ottenerla una vecchia conoscenza del Casalasco, il Tenente Colonnello Luigi Regni, comandante della Compagnia Carabinieri di Guastalla.

Il tenente Colonnello Luigi Regni è originario di Alessandria: sposato con due figli, può vantare diverse esperienze nell’Arma. Si era arruolato nel 1983, a soli 20 anni, nell’Arma dei Carabinieri. Prima di Guastalla è stato quattro anni al Comando Legione Carabinieri Bologna. Precedentemente con il grado di capitano ha retto per nove anni (2003 – 2012) il comando compagnia carabinieri di Casalmaggiore e prima ancora con il grado di tenente il nucleo operativo e radiomobile di Ventimiglia. Regni ha lavorato cinque anni al nucleo operativo di Firenze (dove si è occupato, tra l’altro, delle indagini sul mostro di Firenze) nonché di sequestri attribuiti all’anonima sarda. Uomo d’azione e di comunicazione, ha portato a termine nella sua carriera e insieme ai suoi uomini – e in tutti i luoghi dove ha operato – numerose operazioni contro la criminalità.

A Casalmaggiore, dove di tanto in tanto in borghese si fa ancora vedere per qualche giro o un caffé, nessuno l’ha dimenticato: merito anche di quel suo carattere portato a stare tra la gente, alla volontà di avvicinare l’Arma ai cittadini, perseguita per 9 anni e con costante impegno. Per quanto riguarda l’Arma, il comandante attuale della Compagnia di Guastalla, è sempre stato un operativo. Oltre alle operazioni più strettamente legate alla prevenzione e alla repressione del crimine lo ricordiamo in prima linea durante l’alluvione che ha colpito Lentigione.

La medaglia Mauriziana merita qualche spiegazione perché il Tenente Colonnello di anni ne ha – anagraficamente – 58. Ma il conteggio viene fatto considerando doppi gli anni di comando. Luigi Regni vanta 38 anni di servizio di cui 13 (Tra Guastalla, Casalmaggiore e i due di Ventimiglia) di comando. I 10 lustri sono superati abbondantemente. L’onorificenza gli è stata consegnata ieri al Comando Provinciale di Reggio Emilia. Inutile dire che la cosa lo ha reso fiero: un vero servitore dello Stato, e dei cittadini. Uno di quelli che, la divisa, ce l’ha da sempre cucita addosso.

N.C.

 

© Riproduzione riservata
Commenti