Cronaca
Commenta

Valentino Fontana, il Covid visto da
un volontario del soccorso in un libro

Una storia vera. Senza sconti, senza ipocrisie, senza insegnamenti da dare. Semplicemente il racconto della pandemia da parte di un soccorritore: la prima linea che ha dovuto fronteggiare il Covid 19

Valentino Fontana è soccorritore da molti anni, volontario prima e successivamente dipendente di Padana Soccorso Onlus. Negli ultimi tempi ha sentito l’esigenza di raccontare tramite un libro- testimonianza il suo vissuto da febbraio 2020, quando il Covid ha cambiato profondamente il nostro modo di vivere. Un punto di vista insolito ma significativo, quello di soccorritore, che solitamente non compare nella narrazione fatta dai mass media.

Una storia vera. Senza sconti, senza ipocrisie, senza insegnamenti da dare. Semplicemente il racconto della pandemia da parte di un soccorritore: la prima linea che ha dovuto fronteggiare il Covid 19.

Il suono della sirena, le indicazioni concitate della Centrale Operativa, le strade deserte percorse a tutta velocità nell’atmosfera apocalittica del primo lockdown. La paura di un nemico sconosciuto che guadagna terreno, davanti al quale ci si sente accerchiati, sopraffatti a volte, disorientati, vulnerabili, spesso impotenti, ma non vinti. La forza che spinge ad andare avanti, a farsi amico per i malati che non possono avere il conforto dei familiari, a consolare i parenti rimasti soli, a proteggere una mamma dalle brutte notizie, anche se questo significa piangere e urlare in macchina da solo. La rabbia e il dolore, la tenerezza e la responsabilità sono tutte colorature diverse che si intrecciano nel testo. La ruvidezza del linguaggio si accompagna alla profondità dei sentimenti.

Quelli che vengono narrati sono vissuti comuni a tutti i soccorritori, che hanno continuato a fare il proprio lavoro nel miglior modo possibile.
L’autore non ha voluto dare coordinate geografiche, né scrivere il nome della Pubblica Assistenza per cui lavora, perché il suo vuole essere un racconto in cui ogni soccorritore si possa riconoscere. I fatti potrebbero essere accaduti ovunque. Ma sono successi qui, nell’Oglio-Po, Valentino Fontana opera nella Padana Soccorso Onlus, e come tutti i suoi colleghi si spende ancora per i malati accolti sull’ambulanza.

A tutti loro va il nostro ringraziamento.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti