Salute
Commenta

Studio epidemiologico,
risultati a ottobre 2022

Il cronoprogramma condiviso fissa per ottobre 2022 l’uscita dei risultati dei quattro filoni principali dell’indagine e come previsto dal protocollo stesso i risultati verranno divulgati ai cittadini ed alle Associazioni attraverso campagne di sensibilizzazione e promozione appositamente convocate.

Lunedì 29 novembre l’ATS della Val Padana ha incontrato i sindaci che hanno siglato il protocollo d’intesa per la realizzazione dell’indagine epidemiologica sui residenti a Cremona e nei comuni limitrofi, al fine di condividere lo stato di avanzamento dei lavori e le azioni necessarie al completamento dello studio su scala provincialee di dotare i sindaci di uno strumento scientifico indispensabile alla tutela delle rispettive comunità.

All’incontro erano presenti i sindaci Gianluca Galimberti di Cremona, Luca Ferrarini di Bonemerse, Carlo Vezzini di Sesto ed Uniti, Roberto Lazzari di Spinadesco, Roberto Mariani di Stagno Lombardo, il Direttore Generale dell’ATS Salvatore Mannino, il responsabile dell’Osservatorio Epidemiologico Marco Villa e alcuni collaboratori.

I sindaci sono stati aggiornati sulla costituzione del Comitato Scientifico istituito a supporto dell’ATS per i temi di epidemiologia ambientale e sulla costruzione di una rete di collaborazioni che renderà possibile, nei prossimi mesi, la caratterizzazione della popolazione sulla base dell’esposizione a inquinamento dell’aria.

Durante l’incontro sono state fornite alcune informazioni di contesto, focalizzate in particolar modo sull’andamento dei maggiori inquinanti (polveri sottili e biossido di azoto) e sulla rappresentazione ecologica dei principali indicatori di salute analizzando i dati già disponibili sul sito di ATS. Questi dati evidenziano una situazione “uniforme per la maggior parte del territorio provinciale”.

I risultati dello studio, in continuità col protocollo delineato nel 2018 dal dottor Ricci, metteranno “in relazione l’inquinamento della matrice aria con alcuni esiti sanitari tra quelli suggeriti dalla letteratura scientifica, al fine di meglio descrivere lo stato di salute della popolazione residente e l’eventuale impatto degli impianti industriali ubicati sul territorio”.

Il cronoprogramma condiviso fissa per ottobre 2022 l’uscita dei risultati dei quattro filoni principali dell’indagine e come previsto dal protocollo stesso i risultati verranno divulgati ai cittadini ed alle Associazioni attraverso campagne di sensibilizzazione e promozione appositamente convocate.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti