Cronaca
Commenta

Parma, i Carabinieri fermano
rapinatore e sventano furto

Lo straniero veniva così identificato in un tunisino di 27 anni, senza fissa dimora e gravato da precedenti di polizia per immigrazione clandestina, reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, denunciato per rapina e soggiorno illegale sul territorio nazionale

La notte appena trascorsa, ha visto ancora una volta determinante l’attività dei Carabinieri di Parma per prevenire e reprimere i reati.

Tassello fondamentale dell’attività dell’Arma dei Carabinieri è la fiducia del cittadino, il quale, se informa, denuncia e richiede nell’immediatezza dei fatti l’intervento tramite il numero unico d’emergenza “112” consente un intervento ancor più efficace.

Questa notte infatti proprio la solerte denuncia e richiesta di interventi di due concittadini di Parma ha permesso di individuare e denunciare rapidamente l’autore di una rapina e sventare probabili furti in abitazione.

In particolare verso le tre di questa notte, un uomo residente a Parma si è rivolto ai Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente, ove prontamente ricevuto denunciava che poco prima, in Parma via Trento, era stato avvicinato ed aggredito da un uomo, il quale mediante minacce si era impossessato del suo portafogli e di tutto il suo contenuto, effetti personali e denaro.

Nel frattempo che venisse acquisita la denuncia, la Centrale Operativa della Compagnia di Parma, coordinava le pattuglie in circuito, diramando la descrizione dell’autore della rapina. La tempestività dell’azione e la precisa descrizione dell’aggressore, permetteva ad una pattuglia della Sezione Radiomobile di Parma individuare e bloccare, proprio nei pressi della Stazione Ferroviaria di Parma, un uomo magrebino che si stava dirigendo nel sottopasso pedonale, corrispondente alla descrizione del rapinatore e poi effettivamente riconosciuto anche dalla vittima.

Lo straniero veniva così identificato in un tunisino di 27 anni, senza fissa dimora e gravato da precedenti di polizia per immigrazione clandestina, reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, denunciato per rapina e soggiorno illegale sul territorio nazionale.

Altrettanto fondamentale è stata la solerte richieste d’intervento di una persona residente in zona via La Spezia, che ha segnalato due uomini che suonavano diversi citofoni, evidentemente per accertarsi dell’assenza degli abitanti, per poi tentare di accedervi per commettere reati predatori. L’immediata segnalazione e l’immediato intervento dei Carabinieri ha permesso di bloccare, identificare e prelevare le impronte mediante i rilievi fotosegnaletici di queste due persone sospette.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti