Economia
Commenta

Agriferr, 8 milioni in nuovo impianto
per la produzione di biometano

Nel quadro dell’accordo complessivo, Anaergia opererà in qualità di General Contractor per una fornitura chiavi in mano dell’impianto di Digestione Anerobica per la produzione di bio-LNG. La partecipata italiana del gruppo canadese, inoltre, affiancherà Agriferr durante la gestione ordinaria dell’impianto come partner di servizi di manutenzione sulla base di un accordo pluriennale

Agriferr, azienda agricola con sede operativa a Rivarolo del Re (Cremona), ha sottoscritto con Anaergia, multinazionale canadese leader, tra l’altro, nella realizzazione d’impianti per la generazione di energia pulita, un contratto per la realizzazione d’un nuovo impianto per la produzione di biometano liquido che entrerà in esercizio entro la fine dell’anno 2022. L’investimento complessivo sarà pari a 8 milioni di euro.

 Agriferr, con questo nuovo progetto, si conferma tra le realtà che da tempo sono più attive nella produzione di biogas da sottoprodotti agricoli in Italia. L’azienda di Rivarolo del Re, infatti, già si avvale di un proprio impianto di digestione anaerobica per la produzione di energia elettrica e, in questo ambito, la collaborazione con Anaergia permetterà l’ampliamento del portafoglio di offerta di energia sostenibile, grazie alla produzione aggiuntiva di 2000 ton/anno di Bio-LNG.

 Nel quadro dell’accordo complessivo, Anaergia opererà in qualità di General Contractor per una fornitura chiavi in mano dell’impianto di Digestione Anerobica per la produzione di bio-LNG. La partecipata italiana del gruppo canadese, inoltre, affiancherà Agriferr durante la gestione ordinaria dell’impianto come partner di servizi di manutenzione sulla base di un accordo pluriennale.

 Per la realizzazione del nuovo impianto, Agriferr ha stipulato con Banco Bpm un finanziamento pari a 6 milioni di euro, della durata di 10 anni più due anni di preammortamento, strutturato su base Project Finance. Banco Bpm è da sempre attivo nell’ambito dei finanziamenti per la produzione di energie da fonti rinnovabili e vanta una presenza storica nel territorio cremonese.

Nexus Ac Finance, la boutique di Corporate Finance costituita da pochi mesi dallo studio Nexus Stp e da Alessandro Corbari, manager dalla ventennale esperienza nell’ambito della finanza internazionale, ha agito in qualità di Financial Advisor di Agriferr nell’operazione di finanziamento strutturata dal Banco Bpm. Agriferr è stata supportata nella negoziazione con la banca dal CEO di Nexus Ac Finance, Alessandro Corbari.

Lo Studio Ruberti e Associati, con i dottori commercialisti Stefano Ruberti e Giorgio Garilli, ha assistito Agriferr per quanto riguarda gli aspetti societari e fiscali dell’operazione.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti