Cronaca
Commenta

Addio a Danio Asinari, profondo cultore
della storia di San Giovanni e Villa Medici

Al momento ancora non si conosce la data dei funerali: al sindaco Pierguido Asinari e alla famiglia di Danio vanno le più sentite condoglianze della nostra redazione. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Un grave lutto ha colpito, a metà del pomeriggio di lunedì, la comunità di San Giovanni in Croce. Si è infatti spento Danio Asinari, che aveva 52 anni. Il decesso sarebbe avvenuto a causa di un malore mentre Danio si trovava a Milano, dove lavorava nella biblioteca universitaria della Statale.

Appassionato di studi rinascimentali, Danio Asinari, fratello del sindaco di San Giovanni in Croce Pierguido, era uno storico ed era sempre in prima fila nelle ricerche su Villa Medici del Vascello, che aveva contributo a fare scoprire alla cittadinanza e pure ai media. Non a caso la sua ultima uscita pubblica era legata proprio alla storia di San Giovanni in Croce, quando in comune erano state presentate le iniziative per i mille anni di fondazione del borgo casalasco.

Asinari aveva raccontato, sempre con grande precisione e avvalendosi di documenti puntualmente citati, del primo documento nel quale il nome di San Giovanni in Croce era comparso, nel 1022, ovvero mille anni fa appunto. Teneva infatti moltissimo all’anniversario in cifra tonda e doveva fare parte degli autori inseriti nel volume composto da otto saggi, legato al millennio di vita di San Giovanni in Croce.

Sempre presente alle conferenze e alle iniziative culturali organizzate dal comune o dallo staff di Villa Medici, Danio Asinari dal 2014 – ossia da quando proprio l’imponente struttura era stata rilanciata dal punto di vista turistico e del recupero architettonico – era una preziosissima risorsa, che riusciva a fare conoscere i risvolti meno noti della vita della villa e di Cecilia Gallerani, la dama con l’ermellino che lì trascorse parecchi anni. Proprio a Cecilia Gallerani aveva dedicato la sua ultima pubblicazione dal titolo “Lo sguardo riscoperto”.

Al momento ancora non si conosce la data dei funerali: al sindaco Pierguido Asinari e alla famiglia di Danio vanno le più sentite condoglianze della nostra redazione. Danio lascia un altro fratello Fabiano, il papà Tarcisio e la compagna Federica Copelli.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti