Cronaca
Commenta

Parma, coltellino, tirapugni
e stun gun, due denunce

Differente, invece, è la storia di un altro soggetto italiano che è stato bloccato dopo che aveva provato a forzare un posto di controllo, non ottemperando all’alt dei militari dell’Arma. In questo caso, per il soggetto è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza con contestuale ritiro della patente

Continuano i controlli del weekend disposti dal Comando provinciale dei Carabinieri di Parma, nell’ambito del piano di controllo coordinato del territorio, che hanno consentito, ai militari della Compagnia di Parma, di passare al setaccio le aree del centro cittadino e scolastiche.

In particolare, i militari impiegati nel servizio di Stazione Mobile, nei pressi di un plesso scolastico, hanno individuato un ragazzo che, alla vista dei militari, tentava di darsi alla fuga cambiando strada. Il comportamento del giovane insospettiva i militari ivi impiegati per il controllo del territorio e, dopo aver identificato lo stesso, il ragazzo veniva trovato in possesso di un tirapugni e di un coltellino. Il ragazzo veniva, quindi, denunciato per il reato di porto di oggetti atti ad offendere.

I militari della Sezione Radiomobile, invece, hanno fermato, sempre nel centro della città ducale, un’autovettura con un soggetto che, all’esito della perquisizione, veniva trovato in possesso di un dissuasore elettrico del tipo “stun gun” il cui porto è vietato. Anche in questo caso, il ragazzo italiano è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Differente, invece, è la storia di un altro soggetto italiano che è stato bloccato dopo che aveva provato a forzare un posto di controllo, non ottemperando all’alt dei militari dell’Arma. In questo caso, per il soggetto è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza con contestuale ritiro della patente avendo un tasso alcolemico superiore a quanto consentito dalla norma.

Nel corso della notte, è stato anche tratto in arresto un soggetto polacco destinatario di un’ordinanza di misura cautelare in carcere. Lo stesso, ricercato da alcuni giorni dai militari dell’Arma poiché già gravato di una misura di divieto di dimora nella provincia di Parma, è stato individuato nel centro cittadino e, quindi, arrestato.

Per altre 5 persone fermate all’interno del parco ducale, invece, è scattata la segnalazione amministrativa per uso personale di sostanze stupefacenti poiché trovati in possesso di modiche quantità di  cocaina.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti