Cultura
Commenta

Torrile, le donne della Bassa
Est nel libro “Parlami di lei”

I testi sono stati curati delle scrittrici Debora Caffarra; Gloria Caleffi; Mariangela Crotti; Aurora Domenichini; Federica Dosi; Rosaria Marcantonio; Marzia Moreni, Valentina Uccheddu e Viola Vezzulli.

Racconta le emozionanti storie di dodici donne della Bassa Est Parmense il libro “Parlami di lei” presentato al circolo Il Portico di Torrile. Le narratrici sono donne di oggi che hanno girato e raccolto informazioni tra Torrile, Colorno e Sorbolo Mezzani per un ricordo, ora, da lasciare alle giovani e future generazioni.

Le storie sono quelle di Soave Bergonzi e Luce Rigoni di Torrile; di Giuseppina Gerbella, Giuseppina Noeri, Adele Pezziga e Antonietta Zantei di Colorno; di Merope Guareschi e Vera Montepietra di Mezzani e di Carolina Blum, Rina Malerba, Bruna Rizzi e Irma Vecchi di Sorbolo.

I testi sono stati curati delle scrittrici Debora Caffarra; Gloria Caleffi; Mariangela Crotti; Aurora Domenichini; Federica Dosi; Rosaria Marcantonio; Marzia Moreni, Valentina Uccheddu e Viola Vezzulli.

“Il libro – spiegano Angela Zanichelli e Rita Buzzi, presidente e coordinatrice dell’associazione Women for women – è nato all’interno del progetto ‘Tradizione e futuro: insieme oltre la pandemia” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con il coinvolgimento dei comuni di Torrile, Colorno e Sorbolo Mezzani ed una fitta rete di associazioni del territorio della Bassa Est: Women for women (associazione capofila); La capanna verde di Mezzani; circolo Maria Luigia di Colorno; Centro sociale ricreativo culturale autogestito di Sorbolo; Color’s Light di Colorno; Nontiscordardimè e L’Abbraccio di Torrile. L’idea centrale che lega il tutto è unire la tradizione del nostro territorio, attraverso le testimonianze delle 12 donne, al futuro, alle donne e agli uomini di oggi e domani”.

La prima tappa del tour di presentazioni, a Torrile, si è soffermata, in particolare, sulle storie dell’insegnante Soave Bergonzi, grazie al lavoro di Valentina Uccheddu, e dell’ostetrica Luce Rigoni (alla quale è dedicata una via Sant’Andrea) a cura di Rosaria Marcantonio attraverso le testimonianze dei figli Pierluigi e Maria Cristina Saracca e dell’ex comandante dei vigili di Torrile, Gianluca Campana.

“Luce e Soave – ha sottolineato Lucia Frasanni, assessora del Comune di Torrile – avevano in comune il grande amore per gli altri, soprattutto i bambini attraverso l’esercizio della cura fisica ed intellettuale, con dedizione e passione. L’Amministrazione comunale di Torrile ha sostenuto con entusiasmo quest’iniziativa che ha permesso di ricordare due autorevoli figure femminili del nostro territorio che hanno contribuito ad arricchire la nostra comunità accompagnando i cittadini di Torrile in due momenti fondamentali: quello della nascita e quello della crescita”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti