Politica
Commenta

Silvio Perteghella: "Palafarina,
ancora ritardi. Ci saranno penali?"

Resta da chiedersi se questi ulteriori ritardi verranno trasformati in penali da presentare alla società costruttrice o finiranno nel dimenticatoio per responsabilità dei nostri illuminati amministratori. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Quella del Palafarina di Viadana rischia di diventare – per dirla all’inglese – una Neverending Story, una storia infinita. E in parte lo è già. Nessuna delle date preventivate è stata rispettata. A riprendere la questione Silvio Perteghella, portavoce di Viadana Democratica ed ex consigliere comunale. Questo il testo del comunicato inviato in redazione.

Le minoranze consigliari sul percorso di ricostruzione del Pala Farina credo si siano comportate correttamente sino a questo momento in termini di responsabilità politico – amministrativa. In questi sette anni, hanno incalzato l’amministrazione comunale affinché riconsegnasse alla città l’impianto sportivo nel minor tempo possibile con costi ragionevoli. Da circa 5 mesi e mezzo hanno richiesto alla maggioranza un Consiglio Comunale aperto, per verificare lo stato di ultimazione dell’opera, per dare spazio di dibattito alle società sportive e per avviare una corretta discussione sulla futura gestione dell’impianto; un modo trasparente per confrontarsi in un unico momento L’amministrazione comunale continua a rimandare tale appuntamento in attesa del collaudo. Tale data di pubblico confronto, era stata in un primo momento indicata per il giorno 7 Aprile, è stata successivamente “traslata” al giorno 22 di questo mese.

L’ultima data indicata dalla maggioranza per il collaudo era stata fissata al giorno 31 Marzo. È evidente che nonostante il verbale di accordo, con il quale l’amministrazione comunale cancellava le penali per i ritardi nella consegna dell’opera (soltanto due mesi fa) non è stato possibile al momento riconsegnare il palazzetto alla città. La telenovela, che viene messa in scena dalla nostra Giunta oggi punta a ritardare il confronto per trasformarlo in una passerella di presentazione del nuovo Pala Farina.

Resta da chiedersi se questi ulteriori ritardi verranno trasformati in penali da presentare alla società costruttrice o finiranno nel dimenticatoio per responsabilità dei nostri illuminati amministratori. Le minoranze come ricordato in premessa, hanno sempre preferito fermarsi a sollecitazioni politiche, ma una volta terminato il tutto (se Dio vuole), saranno chiamate a dare degna rappresentazione di tutti i disagi subiti per il raddoppio dei costi preventivati e per i tempi di consegna sostanzialmente triplicati.

Andrà quindi analizzato attentamente il percorso tortuoso di quest’opera, andranno segnalate all’autorità nazionale anticorruzione tutte quelle anomalie che in parte erano state individuate dall’ex direttore dei lavori. Le inattese risorse investite sul Pala Farina hanno pesantemente condizionato in negativo altri investimenti e spese di manutenzione (cimiteri, strade, scuole, cinema) con una evidente ricaduta sulla qualità della città e della vita dei nostri concittadini“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti