Chiesa
Commenta

Un gruppo di sacerdoti in
Sicilia con il vescovo Napolioni

L’itinerario palermitano del gruppo dei preti cremonesi non è stato “solamente una contemplazione della bellezza della natura e dell’arte, ma ha voluto rappresentare anche una occasione di ascolto e di condivisione delle sfide che la Chiesa locale sta accogliendo”.

25 sacerdoti della diocesi di Cremona insieme al vescovo Antonio Napolioni stanno compiendo un viaggio-pellegrinaggio: partiti il 19 aprile, l’esperienza si conclude il 22 aprile.

A farsi portavoce del viaggio è il parroco di Gussola don Roberto Rota, incaricato diocesano per la Pastorale tempo libero e pellegrinaggi, raccontando che “abbiamo scelto Palermo poiché è una meta un po’ inusuale, ricca non solo di tradizioni di carattere religioso, ma anche di tipo monumentale. Infatti già il primo giorno abbiamo visitato le chiese storiche della città, e giovedì, dopo l’incontro e la celebrazione della Santa Messa con l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice, visiteremo la Cattedrale di Monreale insieme all’arcivescovo di Monreale Michele Pennisi”.

Ci sono stati anche molti momenti di preghiera e riflessione. Fra i più significativi quello vissuto a Polizzi Generosa, dove “siamo stati ospitati dalla professoressa Ina Siviglia, presso la sua fondazione “Maria Teresa Sammartino onlus”, dove spiritualità, accoglienza ed esercizio di fede caratterizzano le giornate. Una realtà messa a disposizione dei vari gruppi per vivere un periodo di vera umanità proprio nel cuore delle Madonie”. Sempre don Rota conclude: “In questo viaggio ci siamo arricchiti di esperienze differenti e di realtà particolari, ricchissime e allo stesso tempo eterogenee le une dalle altre, fa bene a tutti allargare i propri orizzonti”.

L’itinerario palermitano del gruppo dei preti cremonesi non è stato “solamente una contemplazione della bellezza della natura e dell’arte, ma ha voluto rappresentare anche una occasione di ascolto e di condivisione delle sfide che la Chiesa locale sta accogliendo”, come spiegano dalla Diocesi.  Nella mattinata di venerdì 22 aprile l’ultima tappa sarà il santuario di Santa Rosalia, sul monte Pellegrino, luogo dell’eremitaggio della santa patrona di Palermo. Quindi nel pomeriggio inizierà il rientro per Cremona.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti