Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Rivarolo del Re e Sabbioneta, una
sinergia che fa crescere entrambi

Il progetto prevede la realizzazione di una nuova area con installazioni per la sosta come panchine, tavolini, cestini e staccionata, trasformando la zona in un punto hub in sinergia con l’intervento che anche il comune di Sabbioneta intende eseguire appena oltre il confine

Rivarolo del Re e Sabbioneta, comuni confinanti, lavorano insieme, in sinergia. Perché la crescita territoriale deve inevitabilmente passare dalla crescita dei comuni. Sabbioneta ha una ricchezza profonda, che è soprattutto quella legata alla sua storia. Rivarolo ha dalla sua – come spiega lo stesso sindaco Luca Zanichelli – angoli e percorsi naturali davvero unici.

I lavori previsti dal progetto del bando Gal Oglio Po tra il Comune di Rivarolo del Re ed Uniti e il Comune di Sabbioneta (riqualificazione della zona, realizzazione di un punto hub – ciclopedonale attrezzato, tramite cofinanziamento del bando Gal Oglio Po), inerente la zona di confine che accede al circuito degli arginelli di Sabbioneta va proprio in questa direzione.

Si chiama “Tra le acque alte ed il fiume Po, un percorso ciclopedonale tra le vie d’acqua nelle terre di mezzo” e fa seguito al progetto definitivo predisposto nel novembre 2020 e candidato al bando di cofinanziamento bandito dal GAL OglioPO attraverso il “Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Misura 7 – Operazione 7.5.01 “Asse I Azione “Mobilità Dolce in Area Oglio Po. Misura 7 – Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”.

A sud del centro abitato di Rivarolo, accanto alla strada provinciale 32 Bozzolo Viadana (poi 63 in provincia di Mantova), dallo svincolo di ingresso del paese al confine comunale si trova un lungo tratto di strada in disuso, antico tracciato abbandonato a causa di una rettifica della viabilità, che corre parallelamente alla strada per una lunghezza di circa quattrocento metri, separato dalla stessa da una area residuale di margine.

Tale tratto stradale risulta oggi di particolare interesse ambientale e paesaggistico, grazie alla ricca vegetazione arbustiva e arborea spontanea che lo caratterizza, per il numero di corpi idrici che si incrociano, e per il fatto che tale tracciato si chiude intersecando il circuito degli arginelli di Sabbioneta. Tale tracciato è posto in stretta sinergia con un analogo ma più breve reliquato presente in comune di Sabbioneta, sul quale è previsto dal comune un intervento di riqualificazione.

Il progetto prevede la realizzazione di una nuova area con installazioni per la sosta come panchine, tavolini, cestini e staccionata, trasformando la zona in un punto hub in sinergia con l’intervento che anche il comune di Sabbioneta intende eseguire appena oltre il confine.

“Questo – ci spiega Luca Zanichelli – è il primo step perché per Rivarolo comprenderà tre parti, per un totale di 86 mila euro. Questo primo step però è la parte più importante, perché è a confine tra i territori di Rivarolo del Re e Sabbioneta e l’esecutivo l’abbiamo fatto in sinergia tra i due comuni, perché anche Sabbioneta ha aderito al bando è l’ha vinto. Ci accomuna questo pezzo, E’ un’area trascurata da decenni, che non è mai stata valorizzata, e che verrà valorizzata grazie anche alla realizzazione di un punto HUB ciclopedonale in cui il cicloturista si può fermare e sostare, in cui anche le auto si possono fermare per una sosta. Sarà un’area attrezzata per i cicloturisti, ma utile anche alle famiglie per un picnic. Il progetto è stato sostenuto dal GAL Oglio Po in quanto fa parte di quegli interventi finanziabili legati alla ciclomobilità lenta. Questo pezzo è importante sottolinearlo, è fatto in comunione tra Rivarolo del Re che farà il suo pezzo e Sabbioneta che realizzarà il suo di un progetto che abbiamo fatto in comune. Un’altra bella opera che valorizza un pezzettino di territorio lasciato negli anni a morire, a se stesso. In questo modo riprende vita e viene valorizzato. La sinergia tra i due comuni è una cosa molto bella, L’intento è di valorizzare entrambi i territori che chiaramente dal punto di vista della funzione strategica di Sabbioneta, che è attrazione per i turisti. Noi che siamo comuni di confine dobbiamo far di tutto, da territori limitrofi, per valorizzare e migliorare i nostri spazi. Abbiamo degli scorci di pianura, qui sul nostro territorio, che sono eccezionali, bellissimi, e vanno valorizzati per quanto possibile e in base alle nostre capacità. Stiamo cercando di agganciare qualunque bando, nazionale, regionale o del GAL. Stiamo tenendo conto anche del dopo, del mantenimento, e cercando di mettere in pista risorse a questo scopo”.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.