Chiesa
Commenta

Roma, la delegazione di Bozzolo con
parroco e sindaco da Papa Francesco

La trasferta romana tra l’altro ha ottenuto la garanzia che all’iniziativa del 10 e 12 giugno prossimi per le celebrazioni mazzolariane previste a Bozzolo ci sarà la presenza di Mons. Leonardo Sapienza, responsabile della Prefettura della Casa Pontificia e uno dei più stretti collaboratori del Santo Padre.

Come può non essere emozionante un contatto con il Papa in San Pietro a Roma? Anche se per molti l’incontro ha avuto precedenti esperienze, le sensazioni sono sempre molto intense e difficilmente dimenticabili. I parrocchiani di Bozzolo , con il parroco don Luigi Pisani e il sindaco Giuseppe Torchio in testa, hanno avuto questo privilegio venendo avvolti incredibilmente dalla voce e dalla presenza di Papa Francesco tra la folla che riempiva piazza S.Pietro.

Il Santo Padre poi ha ricordato la trasferta nel paese di don Primo Mazzolari avvenuta cinque anni fa con le preghiere e la targa apposta sulla tomba del grande sacerdote. Proprio per rinnovare quella spiritualità, vicinanza e cordialità instaurata in quella occasione a Bozzolo Papa Francesco ha voluto donare alla delegazione mantovana un crocifisso e un ramoscello d’Ulivo in segno di pace e fratellanza. Da parte opposta sono stati consegnati due brani di don Primo Mazzolari L’Ulivo e la Croce tratto dalla pubblicazione Adesso del 1 aprile 1958 e Senza Pasqua non è primavera del 1 aprile 1950.

La trasferta romana tra l’altro ha ottenuto la garanzia che all’iniziativa del 10 e 12 giugno prossimi per le celebrazioni mazzolariane previste a Bozzolo ci sarà la presenza di Mons. Leonardo Sapienza, responsabile della Prefettura della Casa Pontificia e uno dei più stretti collaboratori del Santo Padre. Il Papa ha ricevuto le varie delegazioni seduto in poltrona per il riacutizzarsi del dolore al ginocchio che rende difficoltoso il suo incedere così come le riprese televisive non mancano di mostrare.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti