Eventi
Commenta

Cammino del Po, un assaggio
(da Gorizia) al femminile

Tra le tappe da ricordare, in un percorso promosso anche da Andos, CSV Lombardia Sud e Mia, l’incontro con i ragazzi dell’Istituto Dedalo 2000, la visita alla Finestra sul Po e, alla ripartenza di venerdì, il saluto di due classi del Polo Romani. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Il Cammino del Po non è ancora pronto in via ufficiale ma c’è chi già inizia a percorrerlo, come ricorda uno degli organizzatori Marco Vezzoni. Un modo anche per conoscere da vicino le bellezze di Casalmaggiore, dato che le partecipanti hanno avuto modo di visitare, per esempio, oltre al centro storico di Casalmaggiore, anche il Museo del Bijou.

Quella di giovedì sera è stata la terza tappa, da Motta Baluffi a Casalmaggiore, dove le donne dell’associazione “Volendo Continuare”, che a Savogna d’Isonzo si occupa di aiutare pazienti oncologici, hanno poi sostato, riprendendo il percorso venerdì mattina con l’arrivo a Suzzara previsto, sempre via Po, per sabato. Ad accompagnare le partecipanti e i bambini presenti la docente Federica Passera, oltre allo stesso Vezzoni e diverse associazioni.

Le volontarie dell’associazione a sostegno dei pazienti oncologici hanno scelto di percorrere Il cammino del Po anche se il percorso è ancora in fase di tracciamento. I volontari dell’omonima associazione ed in particolare Federica Passera (segretaria dell’associazione ed esperta camminatrice) e  Marco Vezzoni (presidente dell’associazione) si sono occupati dell’organizzazione della tappa Oglio Po e dell’accoglienza. CSV Lombardia Sud – delegazione Oglio Po si è attivata affinché le realtà locali potessero essere coinvolte e sostenere/accompagnare le volontarie in cammino.

Nella tappa Motta Casalmaggiore, con passaggio a Gussola, è stato coinvolto l’Istituto Dedalo 2000. Anche una tappa presso il Centro Natura Amica e con la presenza di Andrea Devicenzi. A Casalmaggiore con accoglienza da parte delle associazioni ANDOS Oglio Po, MIA e ANMIC Cremona. Nella tappa Casalmaggiore Brescello (con passaggio a Viadana) c’è stato il coinvolgimento dell’Istituto Comprensivo Diotti, Romani, Santa Chiara, Atletica Interflumina, Amici della Santa Federici.

Ad accompagnare le volontarie in cammino in entrambe le tappe Federica Passera. Come sottolinea CSV Lombardia Sud, importante è stata la sinergia tra mondo del volontariato, sport, scuole e associazionismo. E il coinvolgimento di tanti ragazzi.

G.G (foto e video Alessandro Osti)

© Riproduzione riservata
Commenti