Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Don Antonio, il parroco di Piadena
ha fatto un patto col "diavolo"

Di certo sembra non ripetersi la sfida tra don Camillo e Peppone, dato che il sindaco Matteo Guido Priori sembra più interessato al basket che al calcio. E se a don Antonio chiedi chi sia stato il migliore, la risposta è fin troppo semplice. “Leao e Tonali, un esempio anche per i nostri giovani”. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

A Piadena Drizzona c’è un parroco che non ha mai nascosto il suo tifo per il Milan. E ovviamente, dopo la vittoria del 19esimo Scudetto, ha fatto di tutto per manifestare il suo entusiasmo. Si deve a don Antonio Pezzetti l’esposizione di un maxi striscione rosso e nero tra chiesa e comune, in piazza, ben visibile a tutti.

Al Bar Leon d’Oro non manca la maglietta dedicata a don Antonio, mentre Piadena Drizzona si conferma – con la presenza del nerazzurro Alessandro Bastoni – divisa a metà. Anche se don Antonio non è convinto… “Qui in paese l’80% è milanista. Che dire di Alessandro? E’ bravissimo, purtroppo gioca sulla sponda sbagliata di Milano, all’Inter: comunque uno Scudetto per uno non fa male a nessuno. Ora vediamo chi arriva prima alla seconda stella”.

Di certo sembra non ripetersi la sfida tra don Camillo e Peppone, dato che il sindaco Matteo Guido Priori sembra più interessato al basket che al calcio. E se a don Antonio chiedi chi sia stato il migliore, la risposta è fin troppo semplice. “Leao e Tonali, un esempio anche per i nostri giovani”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.