Cronaca
Commenta

Rive Gauche, il tutto che si
perde è nulla di fronte alla morte

"Non abbiamo ancora metabolizzato l'accaduto - scrive Gloria - e abbiamo vissuto questi giorni con la speranza che la signora gravemente ustionata, a causa dello scoppio nell'appartamento di Via Cavour, si salvasse. Purtroppo non ce l'ha fatta"

In quegli spazi, quelli dell’ex Asilo Chiozzi, hanno condiviso tantissimi momenti di vita politica. Tante riunioni, tante battaglie. Importanti e storiche perché Rive Gauche resta l’unico movimento politico cittadino per il quale abbia ancora senso parlare di militanza e di partecipazione dalla crisi della politica in poi. Hanno perso tutto con l’esplosione di sabato. Ma tutto è nulla, di fronte alla vita, e purtroppo, come in questo caso, alla morte. E’ stata Gloria Barili, in un messaggio, a sottolinearlo nella serata di ieri. “Non abbiamo ancora metabolizzato l’accaduto – scrive Gloria – e abbiamo vissuto questi giorni con la speranza che la signora gravemente ustionata, a causa dello scoppio nell’appartamento di Via Cavour, si salvasse. Purtroppo non ce l’ha fatta. Io e tutta Rive ci stringiamo alla famiglia che piange la mamma di 7 figli e la nonna di tanti nipoti. Informo il gruppo che nello stabile dove è avvenuto lo scoppio c’è anche la nostra sede, anzi c’era perché dopo il crollo di parte del soffitto non è più utilizzabile, tanto materiale danneggiato e irrecuprabile… vabbeh ci penseremo e affronteremo la cosa fra qualche giorno con calma, l’importante che nessuna altra persona sia stata coinvolta. La tragedia è quella che è accaduta a questa famiglia che piange una persona cara e prega perché un’altra si salvi. Siamo vicini alla famiglia e a tutta la comunità Ghanese che sappiamo essere molto unita e coesa“.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti