Cronaca
Commenta

Furto all'Eurotessuti, stima tra
danni e maltolto di 70mila euro

"Ci sono circa 70 mila euro facendo due conti - ci spiega la titolare - e non è possibile andare avanti così. Siamo persone dedite al lavoro, e non ci piace apparire, ma ci siamo detti che dei furti non si parla mai, e sono in tanti a subirne". GUARDA LA FOTOGALLERY E IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Un forte senso di scoramento, e di impotenza. Perché di fronte ai ladri che colpiscono con continuità ci si sente soli, ed indifesi. Avrebbero dovuto aprire l’azienda lunedì mattina Michela e Matteo Formica. In verità un trasferimento perché l’Eurotessuti era già aperta a Cogozzo. Una nuova sede in Viale del Santuario a Casalmaggiore. Tutto nuovo, computer, sensori, apparecchiature. Un’ingente investimento andato in fumo lunedì notte, all’1.14. A colpire è stata una banda organizzata, con ogni probabilità professionisti del crimine. Hanno divelto, probabilmente con un piede di porco, l’accesso principale e da lì sono entrati. Hanno spaccato subito, forse con lo stesso arnese utilizzato per entrare, tutti i sensori d’allarme e messo KO il server. Poi hanno agito indisturbati, senza preoccuparsi minimamente dei danni. 20 computer, 2 stampanti ed altre attrezzature, caricati molto probabilmente su un furgone. Un piano studiato nei minimi dettagli e nella consapevolezza che nelle ore notturne nel viale che unisce la città al Santuario della Madonna della Fontana e a Motta San Fermo di gente ne passa ben poca.

QUI SOTTO IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Hanno agito nel buio della notte, e i danni (tra il materiale rubato e il vandalismo interno) sono ingenti. “Ci sono circa 70 mila euro facendo due conti – ci spiega la titolare – e non è possibile andare avanti così. Siamo persone dedite al lavoro, e non ci piace apparire, ma ci siamo detti che dei furti non si parla mai, e sono in tanti a subirne. Lo sentiamo quando parliamo con gli altri imprenditori. Bisogna denunciare. Avremmo dovuto aprire lunedì, e invece abbiamo passato la giornata tra carabinieri e stime dei danni”. La denuncia è stata fatta alla stazione di Casalmaggiore, e nei prossimi giorni i periti esauriranno le pratiche della valutazione dei danni.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti