scuola
I commenti sono chiusiCommenta

IAL Viadana, cresce offerta formativa
sul restauro veicoli d'epoca

Gli studenti meccanici restauratori iscritti al corso sono in aumento pertanto, non solo si continuerà ad offrire la possibilità di seguire questo corso a nuovi iscritti, ma la scuola offrirà la possibilità di frequentare anche il quarto anno. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

L’istituto di Formazione IAL di Viadana, viste le continue richieste, continua ad ampliare la propria offerta formativa.

Il bilancio dei vari corsi attivi ad oggi è molto positivo ma, andando incontro alle richieste provenienti dagli operatori di settore, la scuola di Viadana continua a puntare su una maggiore specificità della propria formazione rendendo un importante servizio al territorio.

Nonostante gli anni difficili legati alle restrizioni da Covid l’istituto non ha dimenticato la propria vocazione: l’apprendimento attuato prioritariamente attraverso attività pratiche e, quando necessario, individualizzate per andare incontro alle necessità di ogni discente. Proprio per questo motivo lo IAL è riuscito a mantenere attive le ore di stage presso aziende locali e di laboratorio presso i numerosi laboratori presenti nella sede scolastica.

Numerose sono anche le opportunità offerte a studenti e studentesse di esperienze all’estero (Irlanda, Germania e Spagna), sia durante l’anno scolastico, che durante le vacanze estive ancora in corso.

Elisabetta Larini, dirigente scolastico: “Da più di un anno abbiamo investito sul corso di restauro di auto d’epoca con ottimi risultati. I nostri studenti, affiancati da esperti del settore, hanno iniziato restaurando l’esatta copia della Fiat 500 che nel 1974 aveva vinto il campionato italiano di salita, per poi continuare con una Renault R4 e una Fiat 1100”.

Gli studenti meccanici restauratori iscritti al corso sono in aumento pertanto, non solo si continuerà ad offrire la possibilità di seguire questo corso a nuovi iscritti, ma la scuola offrirà la possibilità di frequentare anche il quarto anno.

Tale specializzazione consentirà loro di inserirsi ancora meglio nel settore specifico del restauro di veicoli storici, nel quale vi è molta richiesta di soggetti con competenze.

Grazie all’accordo siglato con AIPO, la scuola ha in gestione anche il cantiere navale sito nella vicina Boretto, dove gli studenti, potranno imparare anche le tecniche di restauro delle navi sia nelle parti di carenatura che motoristiche.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.