Cronaca
Commenta

Ponte sul Canale Ceriana a San
Matteo, ok al progetto definitivo

Nel frattempo, sempre ieri, è arrivata la conferma della disponibilità da parte dell’Esercito a installare un ponte provvisorio nell’attesa dei lavori per rendere di nuovo agibile quello attuale. L'ok dell'Esercito arriva dopo che l'Amministrazione Comunale di Viadana si è interessata nei mesi scorsi ma comunque si è ancora in attesa di ulteriore documentazione

Ok al progetto definitivo in linea tecnica per la messa in sicurezza del ponte sul canale Ceriana lungo la SP 60 a San Matteo delle Chiaviche. Il via libera è arrivatocon la firma del decreto da parte del presidente della Provincia Carlo Bottani che così concretizza un ulteriore passo in avanti per il ripristino del manufatto la cui interruzione sta creando non pochi problemi agli abitanti della frazione di Viadana.

Nel frattempo, sempre ieri, è arrivata la conferma della disponibilità da parte dell’Esercito a installare un ponte provvisorio nell’attesa dei lavori per rendere di nuovo agibile quello attuale. L’ok dell’Esercito arriva dopo che l’Amministrazione Comunale di Viadana si è interessata nei mesi scorsi ma comunque si è ancora in attesa di ulteriore documentazione. La Provincia e il Comune hanno organizzato per mercoledì 14 settembre 2022, alle ore 21.00, presso il salone dell’oratorio di San Matteo una serata illustrativa del progetto.

Nell’ambito delle ispezioni ai ponti programmate dall’Area Lavori Pubblici e Trasporti della Provincia, la primavera scorsa la Ditta 4 Emme S.p.A. di Bolzano, specializzata nella valutazione dello stato dei ponti, aveva eseguito un’ispezione approfondita sul manufatto.

Dall’analisi erano emerse gravi non conformità che interessano la capacità portante del ponte tra cui il completo distacco del copri-ferro all’intradosso di tutte le travi nelle tre campate con esposizione delle armature fino alla seconda fila, con ferri corrosi con importante riduzione di sezione resistente; il forte ammaloramento del calcestruzzo delle travi di bordo in prossimità delle spalle con sezione di appoggio fortemente ridotta; la presenza di numerose fessure diagonali capillari presenti su molte travi.

Visto il grave stato di degrado della struttura, che compromette la capacità portante del ponte, il 19 maggio 2022 la Provincia ha emesso un’ordinanza di chiusura del tratto stradale interessato dal manufatto. Il progetto definitivo è stato redatto dall’Ingegner Michele Borghi della società AZ SRL CONSULTING & COMMERCIAL ENGINEERING di Ferrara.

L’intervento si stima che avrà un costo complessiva di 700.000 euro e sarà finanziato con fondi provinciali. L’opera è inserita nel programma triennale dei LL.PP. 2022-2024, annualità 2022.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti