Salute
Commenta

Amici Ospedale Oglio Po, donato
strumento importante a Medicina

Venerdì mattina il presidente dell’associazione Claudio Toscani e il consigliere Maria Rosa Ghizzardi hanno consegnato la strumentazione a Giorgio Ragni, direttore della Medicina Generale dell’Oglio Po, accompagnato dalla coordinatrice Angela Lusetti, dai medici Laura Pelagatti e Federico Pasin

Riconfermando un sodalizio che dura da anni, venerdì 23 settembre gli Amici dell’Ospedale Oglio Po hanno formalizzato una nuova donazione destinata al presidio casalasco, stavolta a favore dell’UO di Medicina generale.

Si tratta di uno strumento (ABI SYSTEM 100 PWN e PWV) che consente di rilevare in modo accurato e non invasivo lo stato di salute delle arterie. Rappresenta un’importante novità nell’ambito della diagnosi precoce e non invasiva delle malattie cardiovascolari, utile a identificare eventuali patologie e il rischio di eventi cardiovascolari come ictus e ischemie.

Venerdì mattina il presidente dell’associazione Claudio Toscani e il consigliere Maria Rosa Ghizzardi hanno consegnato la strumentazione a Giorgio Ragni, direttore della Medicina Generale dell’Oglio Po, accompagnato dalla coordinatrice Angela Lusetti, dai medici Laura Pelagatti e Federico Pasin.

LA DIAGNOSI PRECOCE PUÒ SALVARE LA VITA – Come ha spiegato Giorgio Ragni, direttore del reparto di Medicina Interna, “Questo dispositivo coniuga la rilevazione dell’ABI, ottenuta in pochi secondi mediante la misura simultanea della pressione arteriosa agli arti inferiori e superiori, con la PWV, che è un importante indicatore dello stato di salute e di elasticità delle arterie”.

Lo strumento è ideale sia per lo screening che per la diagnosi precoce di patologie come le arteriopatie degli arti inferiori, oltre ad essere un indicatore del rischio per eventi cardiovascolari di vario tipo, dall’ictus cerebrale alla sindrome coronarica acuta.

“Questo tipo di accertamento è effettuato in pochissimi centri in Italia, tra cui l’Oglio Po, punto di riferimento per la bassa Lombardia – afferma Ragni – e con tale donazione il nostro presidio ospedaliero si dota di uno strumento in grado di implementare qualitativamente l’offerta ambulatoriale in ambito internistico-cardiologico. Vorrei ringraziare a nome di tutta l’Asst Cremona gli amici dell’Associazione, sempre attenti e sensibili alle nostre esigenze, per la generosità rivolta al nostro reparto e all’ospedale dell’Oglio Po”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti