Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

San Matteo, Ceriana, il PD: "I costi
devono comprendere il ponte Bailey"

"Nella valutazione di fattibilità, l’impatto economico dell’opera provvisoria, circa 200 mila euro, deve essere valutato complessivamente e congiuntamente ai costi di realizzazione del manufatto definitivo (700 mila euro) stanziati dalla provincia di Mantova"

“Con la chiusura del Ponte sul canale Ceriana a San Matteo, la viabilità alternativa attuale é troppo pericolosa per l’inverno. L’Amministrazione Comunale deve mettere in campo tutte le risorse economiche per realizzare celermente la struttura provvisoria temporanea. L’impatto economico deve essere valutato congiuntamente insieme ai costi stanziati dalla Provincia per la realizzazione del nuovo ponte definitivo ed in tal caso non può definirsi oneroso”. Questo il parere del PD di Viadana dopo l’incontro tenutosi a San Matteo sulle difficotà della viabilità dovuta alla chiusura del ponte sul canale Ceriana e sui relativi temi di risoluzione del probema. Il PD Viadanese ha diffuso un documento, sulla questione. “L’incontro pubblico che si è tenuto a San Matteo è servita una volta di più a far emergere la frustrazione ed il disagio dei cittadini delle frazioni Nord nonché le situazioni di pericolo della viabilità alternativa, soprattutto in vista della stagione invernale ormai alle porte.  E’ palese che, in attesa della realizzazione da parte della Provincia del nuovo ponte definitivo, i cui tempi di realizzazione anche se promessi non possono definirsi certi per fine giugno prossimo, il Comune di Viadana deve profondere ogni sforzo e mettere in campo immediatamente tutte le risorse economiche o cercare le risorse mancanti presso gli enti superiori per realizzare celermente una struttura provvisoria temporanea. Nella valutazione di fattibilità, l’impatto economico dell’opera provvisoria, circa 200 mila euro, deve essere valutato complessivamente e congiuntamente ai costi di realizzazione del manufatto definitivo (700 mila euro) stanziati dalla provincia di Mantova e crediamo che un costo complessivo di 900 mila euro comprensivo di una soluzione temporanea parallela in attesa dell’opera finale non possa definirsi oneroso a fronte della situazione di oggettivo pericolo rappresentata dai cittadini. La Giunta Cavatorta non può nascondersi dietro al fatto che il Governo Nazionale non possa dichiarare per la situazione di San Matteo lo stato di calamità pubblico; Qui stiamo parlando di uno stato di emergenza locale del nostro territorio ed il Sindaco deve mettere in campo tutti gli sforzi possibili presso anche Regione Lombardia per ottenere le risorse necessarie mancanti se non vuole coprirle direttamente“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.