Cronaca
Commenta

Vicobellignano, nuovi spazi per
la Selleria di Ada e Alessandro

La coppia da una quindicina d’anni ha intrapreso la vendita di accessori equestri ricavandone risultati commerciali inimmaginabili. Sopratutto ritornando con il pensiero al fatto che Casalmaggiore non è una città di cow boy e l’unica tradizione equina è quella legata alle antiche abitudini contadine con i cavalli utilizzati per il traino dei carretti

Via Molossi a Vicobellignano è lontana dalla Pampas argentina eppure anche qui sembra di percepire l’odore di praterie attraversate da splendidi cavalli. Non si vedono quadrupedi ma si respira il profumo di cuoio e altri accessori equestri. Questo per effetto della Selleria la Colombaia che recentemente ha trasferito qui il negozio che prima aveva in fregio alla statale Asolana e denominata La Colombaia in quanto, in passato, riservata all’allevamento dei colombi.

Dai volatili si è passati quindi ai cavalli grazie alla passione di Ada Tentolini e del marito Alessandro Zani che adesso hanno trasferito l’attività praticamente dall’altra parte della strada in uno spazio nuovo, tre volte più grande dove un tempo sorgeva un supermercato di frutta e successivamente una sala giochi.

La coppia da una quindicina d’anni ha intrapreso la vendita di accessori equestri ricavandone risultati commerciali inimmaginabili. Sopratutto ritornando con il pensiero al fatto che Casalmaggiore non è una città di cow boy e l’unica tradizione equina è quella legata alle antiche abitudini contadine con i cavalli utilizzati per il traino dei carretti.

“E’ una sensazione sbagliata quella di pensare che andare a cavallo sia un’attitudine snob o uno sport d’elite – spiega Ada Tentolini – Mai come negli ultimi tempi vediamo aumentare gli appassionati che sopratutto in conseguenza della pandemia da Covid hanno deciso di praticare uno sport sano come questo. Le famiglie spingono qui i loro figli, grandi e piccoli, perchè qui si vive all’aria aperta lontano da ambienti chiusi e costrittivi in armonia con gli animali attraverso un approccio positivo e in totale simbiosi con la loro eleganza e portamento”.

Il maneggio vero e proprio è rimasto presso la vecchia sede dove sono sistemati nelle stalle equini di razza americana come gli Appalosa in dotazione all’omonima tribù di pellerossa che li utilizzava per la caccia e gli spostamenti. E poi ci sono i Quarter cosi chiamati perché impiegati nei villaggi statunitensi nelle corse su circuiti lunghi appunto un quarto di miglio riservate ai soli uomini. “Mentre i maschi si erano specializzati in quel tipo di gare le donne non stavano con le mani in mano destreggiandosi con le corse attorno ai barili” spiega Ada Tentolini quasi a voler rivendicare una certa propensione femminile all’agonismo probabilmente ricordandosi di essere stata negli anni 90 campionessa italiana nel salto in lungo.

Nella nuova Selleria di via Molossi a Vicobellignano arrivano ogni giorno appassionati da tutte le province anche perché negozi specializzati in questo genere di articoli non si trovano facilmente.

E poi ci sono gli ordini via Internet con cui la gente richiede guanti, caschi, redini e finimenti per cavalli comprese le selle in cuoio di tutte le forme. Un immenso assortimento che comprende migliaia di oggetti realizzati per mantenere il confort dell’animale sia del cavaliere e amazzone.

Come l’ultimo ritrovato della tecnica c’è pure una specie di airbag da indossare per prevenire le conseguenze di eventuali incidenti. Un sensore rileva la mancata pressione sulla sella gonfiando una giubbino di protezione necessario a limitare i traumi in caso di scivolamento o cadute. Gli appassionati di sport equestri sanno che a Vicobellignano, nella frazione di Casalmaggiore adesso e più di prima possono trovare tutto ciò che li lega e li unisce nella sana e contagiosa passione per quell’affascinante animale che è il cavallo.

Ros pis (Foto: Alessandro Osti)

© Riproduzione riservata
Commenti