Economia
Commenta

Automotive ancora in rosso:
a Cremona -16,2% nel 2022

I lievi segnali di ripresa degli ultimi mesi dell'anno non compensano il deciso calo delle immatricolazioni in provincia registrato nei primi tre trimestri. Complessivamente nel Cremonese sono state vendute 6.879 auto nel 2022 contro le 8.202 del 2021.

Il settore dell’auto, nonostante il lieve recupero registrato negli ultimi tre mesi a livello nazionale e anche sul nostro territorio, resta in grave difficoltà, con volumi di vendita ancora in calo e lontanissimi dagli anni precedenti la pandemia.

Nel 2022, infatti, secondo i dati del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, in provincia di Cremona sono state immatricolate 6.879 auto contro le 8.202 dell’anno precedente. Si è quindi registrata una contrazione del 16,2% in dodici mesi. Il 2022 si è chiuso peraltro con un dato ancora peggiore rispetto a quello del 2020, l’anno maggiormente penalizzato nelle vendite a causa del lockdown. Nel 2020 erano state vendute 7.799 autovetture nel Cremonese. Ancora più negativo il confronto con il 2019, quando in provincia furono immatricolate 11.318 auto, in linea con gli anni precedenti. Rispetto al periodo precedente la pandemia, quindi, il mercato a Cremona si è sostanzialmente dimezzato.

Qualche segnale di speranza arriva dagli ultimi mesi del 2022, caratterizzati da un incremento delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2021: in ottobre sono state infatti immatricolate 607 auto (537 nell’ottobre 2021), in novembre 651 (contro 604) e in dicembre 549 (da 511). Tuttavia, se consideriamo i primi mesi dell’anno, emerge una netta flessione del settore: a gennaio dello scorso anno, infatti, sono state vendute 651 autovetture (863 nel gennaio 2021), in febbraio 617 (contro 834), in marzo 667 (da 964) e in aprile solo 438 (da 730).

I numeri cremonesi sono peraltro peggiori rispetto a quelli medi nazionali. In Italia, infatti, la flessione delle immatricolazioni è stata del 9,7% nel 2022 rispetto al 2021, mentre nello scorso mese di dicembre il rimbalzo è stato del 21% nel confronto con l’ultimo mese del 2021; in provincia di Cremona, invece, l’incremento congiunturale di dicembre si è fermato al 7%.

g.lo.

© Riproduzione riservata
Commenti