Agricoltura
Commenta

Terranostra Mantova, agriturismi
su Millennials e Generazione Z

Nuove opportunità dell’ospitalità rurale, dalla fattoria didattica alla fattoria sociale, dall’agri-camping fino alle iniziative tematiche, in grado di coinvolgere nuovi ospiti fra i Millenials e la Generazione Z.

L’assemblea di Terranostra Mantova

Dalla pandemia alla nuova fase post-Covid. Gli agriturismi di Terranostra Mantova, attraverso gli Stati generali, hanno affrontato i grandi temi della nuova era dell’ospitalità rurale, con interventi del presidente regionale Massimo Grignani, del presidente provinciale Giuseppe Groppelli, della coordinatrice di Terranostra Lombardia Valeria Sonvico, del direttore di Coldiretti Mantova Erminia Comencini e di Marina Ragni della Direzione generale Agricoltura di Regione Lombardia.

Sotto la lente, in particolare, l’ondata di rincari che ha colpito anche le imprese agrituristiche, mettendo sotto pressione i bilanci, ma anche le nuove opportunità dell’ospitalità rurale, dalla fattoria didattica alla fattoria sociale, dall’agri-camping fino alle iniziative tematiche, in grado di coinvolgere nuovi ospiti fra i Millenials e la Generazione Z.

L’agriturismo del futuro sarà sempre di più alleato della multifunzionalità e potrà sviluppare formule vincenti di vendita diretta, una promozione a largo raggio tramite i social network, un utile veicolo di comunicazione istantanea, coinvolgendo maggiormente i cuochi contadini, gli ambasciatori del gusto e del territorio in grado da creare un ponte fra due realtà che sposano la qualità e la genuinità: Terranostra e Campagna Amica.

“A livello provinciale, Terranostra Mantova – ha ricordato il presidente Giuseppe Groppelli – ha instaurato rapporti costruttivi con il Consorzio Virgilio e con il Consorzio lombardo produttori di carne bovina, per sostenere le produzioni territoriali che puntano sempre più alla sostenibilità e al benessere animale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti