Commenta

Franco Gabrielli
della Protezione Civile
ospite dei Rotary Club

Gabrielli, quarto da sinistra, ospite dei Rotary Club

SOLAROLO RAINERIO – Interessante conviviale lunedì sera alla Clochette di Solarolo Rainerio, organizzata dai Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, Casalmaggiore Oglio Po e Piadena Oglio Chiese. Relatore d’eccezione il direttore del Dipartimento nazionale della Protezione Civile Franco Gabrielli.

Tra i numerosi ospiti il prefetto di Cremona Bruno Tancredi di Calarafond e alcuni sindaci del territorio, Claudio Silla di Casalmaggiore, Giorgio Penazzi di Viadana, Clevio De Micheli di Solarolo Rainerio e Michela Canova di Colorno. A loro Gabrielli si è rivolto espressamente ricordando quanto prevalente sia la figura del primo cittadino in caso di calamità: spetta ai sindaci assumere i pieni poteri per gli interventi di massima urgenza.

Gabrielli ha lamentato però il fatto che molti comuni non hanno ancora pronto un piano di protezione civile. Il direttore nazionale ha poi rivolto apprezzamenti e considerazioni nei riguardi del servizio del Volontariato, nei cui confronti, ha garantito, non verrà mai a mancare nemmeno un centesimo di finanziamento. Nel raccontare la storia della Protezione Civile, Gabrielli ha spiegato che trae origini dai primi del 900, in coincidenza con il terremoto di Messina e Calabria ma che un impulso decisivo lo ha ricevuto nel 1981 quando il presidente della Repubblica Sandro Pertini, davanti al pozzo di Vermicinio, gridò “Dov’è lo Stato?” promettendo alla mamma del piccolo Alfredino Rampi di creare strutture affinchè tragedie simili non accadessero più.

Non poteva mancare un accenno al naufragio della nave Concordia per il cui recupero non basteranno 500 milioni di dollari da parte della Compagnia Costa-Carnival. “Più che la fretta di recuperare il relitto a noi interessa farlo con la massima sicurezza garantendo agli encomiabili abitanti dell’Isola del Giglio il ripristino dell’ambiente cosi come era prima del naufragio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti