Un commento

Pomì Volley: Milano
esonerato, per ora
panchina a Bolzoni

pomìmilanobolzoni_ev

E’ arrivata tramite un comunicato stampa, come da prassi, la conferma dell’esonero di Gianfranco Milano, che dunque da oggi non è più il tecnico della Pomì Volley Casalmaggiore: fatale al tecnico il ko subito ieri al PalaFarina contro Frosinone, secondo consecutivo dopo la sconfitta incassata a Sala Consilina.

Gianfranco Milano lascia comunque a Casalmaggiore un buon ricordo: è arrivato alla Pomì dopo la trionfale promozione in serie A2 firmata dal casalese Dario Tartari, che nell’estate 2011 decise di lasciare nonostante la riconferma della società. Milano, giunto pochi giorni dopo il saluto di Tartari dalla Riso Scotti Pavia, ha condotto la neopromossa Pomì al secondo posto in A2 con una splendida cavalcata. Poi la vittoria contro Santa Croce in semifinale playoff e il ko subito invece in finale da Crema. Insomma, con Milano Casalmaggiore è andata a un passo dalla promozione nella massima serie.

In questa stagione invece i problemi sono emersi in particolare negli scontri diretti (la Pomì ha perso al tie-break sia contro Novara che contro Ornavasso, sfidanti più accreditate per la promozione) e nell’ultimo periodo, con il duplice ko del quale si parlava prima. Una bella soddisfazione, l’ultima per Milano dalla panchina delle rosa, è invece giunta dalla Coppa Italia, con il passaggio alle semifinali conquistato contro San Casciano. Il coach appena esonerato lascia la Pomì al terzo posto in campionato, a 4 punti dal tandem di testa.

I nomi dei papabili sostituti di Milano non mancano: Leo Barbieri sembra essere in pole, perché è molto stimato dal presidente della Pomì Massimo Boselli Botturi (il tecnico è reduce dall’esperienza di Crema, chiusa per colpe senza dubbio non tecniche, ma per il fallimento della società), ma sul mercato ci sono anche il brasiliano Claudio Cesar Cuello, ex della Liu Jo Modena, Davide Delmati, tecnico in seconda della Pallavolo Piacenza maschile e Dario Tartari, cavallo di ritorno, che però, ad oggi, non ha il patentino di categoria (il cosiddetto terzo grado) e dunque non può allenare in A2, salvo deroghe.

Ad oggi comunque l’allenatore della Pomì è Giorgio Bolzoni. La soluzione interna tuttavia è stata presa “temporaneamente”, come si legge esplicitamente sul comunicato della Pomì, uscito in tarda mattinata. Ciò significa che Bolzoni, secondo di Milano, viene promosso come primo allenatore per la sfida di Coppa Italia, in programma mercoledì prossimo a Ornavasso (semifinale di andata). Entro poche ore però il nome del nuovo tecnico dovrebbe uscire dalla stanza dei bottoni della dirigenza Pomì Volley, con ogni probabilità scelto dalla rosa dei candidati appena indicata. Così domenica, in casa della Sanitars Mazzano, sulla panchina della Pomì dovrebbe già essere presente un volto nuovo (o “vecchio”, se alla fine il prescelto dovesse essere Tartari).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Dario

    solo una precisazione: Dario Tartari il patentino di 3° grado ce l’ha da quando esiste il patentino