Commenta

Oglio-Po, così
il territorio si prende
cura di se stesso

culla_ev

“Ne avevamo bisogno”: esordisce il direttore sanitario, dottor Rosario Canino, rivolgendo sguardo e pensieri alla termo culla donata in comodato d’uso gratuito dall’Avis di Casalmaggiore e dalla famiglia del dottor Giulio Stradiotti alla Pediatria dell’ospedale Oglio-Po di Vicomoscano.

“L’apporto delle associazioni volontaristiche è fondamentale per il nostro presidio”: ha ribadito Canino, plaudendo all’iniziativa promossa dalla sezione maggiorina dell’Avis su sollecitazione di un’altra associazione legata al territorio e al nosocomio casalese, gli Amici dell’Ospedale Oglio-Po, che ha nel chirurgo in pensione Claudio Toscani la figura di riferimento: “All’Avis va riconosciuta anche l’immediatezza nella presa in carico dell’acquisto della culla termica. Grazie a loro, i tempi sono stati ridottissimi, degni di una struttura privata”.

Promotori e fautori della raccolta fondi, gli avisini di Casalmaggiore erano rappresentati dalla presidente Fernanda Somenzi e da Maurizio Stradiotti: a loro è andato l’applauso dell’intero reparto, riunitosi attorno ad un’attrezzatura indispensabile per poter garantire cure di media assistenza ai neonati dell’ospedale Oglio-Po.

Una culla termica completa di optional: “E’ dotata di una bilancia interna, di un materassino antidecubito e di cassetti”, ha spiegato la responsabile del reparto di Pediatria, Antonietta Santelli. Quasi commossa, la dottoressa ha ribadito quanto siano grati gli operatori del reparto alla “enorme sensibilità dell’Avis di Casalmaggiore e della famiglia Stradiotti, che hanno coperto insieme l’intera spesa, senza condizioni”.

Circa undici mila euro (10800 €) è l’ammontare dell’investimento: “Siamo riusciti a contrattare direttamente con la ditta fornitrice, la Dräger, riuscendo a limare un po’ sul prezzo di listino”, ha precisato Fernanda Somenzi, presidente della sezione casalese dell’Avis che non è nuova a gesti di questo genere.

“Con questa culla termina, la nostra culla termica – ha sottolineato Toscani –, l’associazionismo ha raggiunto ormai il milione di euro come quantitativo globale di donazioni all’Oglio-Po”.

Ultimata la presentazione pubblica, la culla termica attiva da dicembre è tornata a svolgere il proprio dovere: già un paio di neonati ne hanno testato l’avanguardia.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

© Riproduzione riservata
Commenti