Commenta

Casalmaggiore, furto
di rame e gasolio
in un cantiere

furto-depa_ev

Rame e gasolio: queste le mire ed il bottino dei malviventi che nella notte fra lunedì e martedì hanno portato a temine un furto in un cantiere della ditta Edilmax Srl, in zona Fiammetta a Casalmaggiore.

Gli operai dell’impresa edile, che in via Tommaso Rolli stanno edificando nuove abitazioni, alla volta di martedì mattina hanno scoperto che, all’interno dei condotti interrati contenenti i cavi della corrente elettrica di collegamento tra la centralina e i contatori delle case in costruzione, erano stati rubati tutti i fili di rame.

I ladri non si sono accontentati di sfilare il prezioso materiale dai tubi: nella stessa area cantierata la ditta Edilmax aveva lasciato uno scavatore, una cisterna ed un muletto, dai serbatoi dei quali i malviventi hanno asportato tutto il gasolio.

Non solo: dalle baracche contenenti attrezzi sono sparite viti e materiale di ferramenta. Niente è stato rubato tra le mura degli edifici in costruzione.

“Il materiale rubato, ovvero i cavi di rame della linea elettrica principale, ha un valore quantificabile in circa cinque mila euro”: spiega Emilio De Padova, titolare della ditta Edilmax insieme al fratello Massimo. “Il problema riguarda il danno economico complessivo: oltre a dover essere rifatta l’intera linea, va calcolata un’intera giornata lavorativa persa. Un danno da almeno nove mila euro”.

La ditta Edilmax ha sporto denuncia ai Carabinieri di Casalmaggiore, che “hanno preso atto”, come riporta Emilio De Padova. La zona non è isolata, vi sono residenze non distanti dal cantiere, ma nessun abitante del quartiere Fiammetta si è accorto di nulla.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


© Riproduzione riservata
Commenti