Commenta

Violenza sessuale,
due anni per il don
Patteggiamento accolto

don-mantia_ev

E’ stato ufficialmente accolto questa mattina dal collegio dei giudici (presidente Pio Massa e a latere Francesco Sora e Andrea Milesi) il patteggiamento a due anni, pena sospesa, concordato il 5 febbraio scorso con i difensori di don Luigi Mantia, 49 anni, ex parroco della comunità di Santa Lucia a Martignana di Po, accusato di violenza sessuale (ipotesi lieve, senza atti specifici) ai danni di due ragazzini minorenni. Con le aggravanti di aver commesso il fatto violando i doveri inerenti alla qualità di ministro del culto e profittando di circostanze di tempo, luogo e persona anche in riferimento all’età, tali da ostacolare la difesa. Le famiglie dei due minori coinvolti, rappresentare dagli avvocati Mauro Nicoli e Annamaria Battistella, sono già state risarcite. I fatti sarebbero cominciati nel 2004 e sarebbero andati avanti per cinque anni, fino al marzo del 2009. L’imputato, che per nove anni ha guidato la parrocchia, era difeso dagli avvocati Fabrizio Vappina e Mario Brusa. Nel luglio del 2011, durante una messa, lo stesso sacerdote aveva annunciato ai fedeli sbigottiti di essere stato denunciato dal padre di un bambino. “Affronterò questa situazione con piena responsabilità e la possibile serenità”, aveva detto il don, che aveva presentato la rinuncia alla parrocchia. Alcuni giorni dopo, il 24 luglio, il vescovo di Cremona, monsignor Dante Lafranconi, aveva accettato le dimissioni del sacerdote alla guida pastorale della parrocchia. L’udienza è stata rinviata a fine febbraio per formalizzare il patteggiamento. Attualmente don Mantia si trova al santuario di Caravaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti