Commenta

Casalmaggiore, per
la Festa dell’Europa
c’è il patrocinio Efsa

efsa-comune_ev

Adesso è ufficiale: Casalmaggiore ha ottenuto nelle ultime ore il patrocinio dell’Efsa, l’autorità europea per la sicurezza alimentare che ha sede a Parma in Italia ma fa riferimento a Bruxelles. L’annuncio ufficiale è arrivato dall’amministrazione comunale casalese, soddisfatta del traguardo raggiunto, che rappresenta un vero e proprio punto di svolta per il ventaglio di possibilità di organizzazione della festa dell’Europa che a questo punto si apre.

Era infatti questa la notizia tanto attesa per dare il via ad un programma più specifico e meglio articolato della Festa del cibo da strada, che entra ufficialmente nel calendario della Festa dell’Europa, con il comune casalese che diventerà sede distaccata delle celebrazioni in programma a Parma.

Il sindaco Claudio Silla porterà questo punto nella giunta comunale di giovedì sera, proprio per iniziare a prendere in mano la questione e cercare di analizzare le possibilità di concessione del plateatico, anche perché la festa, che inizialmente doveva avere luogo in Baslenga, si terrà in realtà in piazza Garibaldi (con diversi appuntamenti, comunque, nei dintorni).

La Festa dell’Europa, dopo l’arrivo del patrocinio, si sblocca insomma: si terrà dal 9 al 12 maggio, un weekend lungo che partirà giovedì 9 maggio, universalmente considerato come giorno dell’Europa, perché in questa data, nel 1950, Robert Schumann, ministro degli Esteri francese, diede impulso alla formazione della Ceca, che divenne così il primo embrione della nascitura Unione Europea.

La prossima mossa, stando a quanto trapela dagli organizzatori, dovrebbe essere l’invito di chef di livello internazionale nel comune maggiorino: perché Europa e cibo (non solo da strada) andranno a braccetto nella quattro giorni sul Listone.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti