Commenta

Casalmaggiore, nuovo
corso per aspiranti
Guardie Ecologiche Volontarie

gev-ev

Nella foto, le Guardie Ecologiche Volontarie di Casalmaggiore

Il comune di Casalmaggiore sta cercando di attivare un secondo corso per Guardie Ecologiche Volontarie, al pari di quanto fece nella primavera del 2007, quando una quarantina di casalaschi parteciparono ai due mesi di lezioni previsti per poter sostenere l’esame di ammissione nel corpo delle Gev.

Il decreto prefettizio di approvazione delle undici guardie particolari giurate formatisi a Casalmaggiore risale all’11 settembre 2011, mentre il 14 dello stesse mese venne prestato giuramento dai volontari.

Dal dicembre dello stesso anno ad oggi, l’attività delle Gev casalasche ha sommato più di 1600 ore di volontariato sul territorio comunale ed oltre: basti pensare alla presenza al Parco Nord di Milano per la visita di Papa Benedetto XVI in occasione della festa della famiglia del 2012.

Ampio lo spettro degli interventi delle Gev, che hanno in Uber Ferrari il responsabile amministrativo (in qualità di dipendente comunale) ed in Carlo Sante Gardani il coordinatore.

Tra le numerose segnalazioni fatte all’ufficio ambiente del comune di Casalmaggiore, i vari ritrovamenti di cataste di eternit in area golenale, oltre alla denuncia di numerosi casi di incuria di cittadini casalesi avvezzi a lasciar espletare i bisogni dei propri cani nei parchi dell’area comunale. Un’indecenza che prossimamente potrebbe costare fino a 300 euro di ammenda.

Attrezzato di vestiario, fotocamera, verbali per le multe, auto, e defibrillatore (a breve ne arriverà un secondo offerto dalla Casalasca Servizi per le numerosi collaborazione intercorso con le Gev), il corpo casalasco di guardie volontarie collabora costantemente con la Polizia locale, per garantire l’ordine pubblico durante manifestazioni di largo interesse come il passaggio della Mille Miglia o del Giro d’Italia Dilettanti, oppure in caso di emergenze: fondamentale l’apporto delle Gev per il ritrovamento di Cesare Andreani, casalese smarritosi in golena nell’aprile 2012.

Per attivare il corso finanziato da Regione Lombardia, come precisa il sindaco Claudio Silla, serviranno almeno quaranta adesioni: le prime iscrizioni sono già pervenute all’ufficio ambiente del comune di Casalmaggiore.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti