Commenta

Castelponzone, tutti
al lavoro per la prima
edizione di SeMiScambi

semiscambi-ev

C’è qualcosa di nuovo a Castelponzone, uno dei borghi più belli d’Italia, dove si è svolta la Giornata FAI di Primavera 2011. Tutto il paese sta preparando da mesi bustine di semi. Di garofani dei poeti, belle di notte, zinnie, tageti, ibiscus siriacus, artiglio del diavolo, peperoni, maggiociondolo, datura suaveolens, oltre a bulbi di narcisi e giacinti.

Per dar vita ad un originale baratto con i partecipanti alla prima edizione di SeMiScambi, in programma giovedì 25 aprile: si tratta di uno scambio libero e gratuito di semi di fiori, arbusti, ortaggi e piante locali, che si terrà sotto i celebri portici. Tutti i visitatori riceveranno un omaggio di semi e bulbi.

La manifestazione, unica nel suo genere in Lombardia, è nata da un’idea di Lia Bellingeri e dell’assessore alla Cultura del comune di Scandolara Ravara Velleda Rivaroli, subito caldeggiata dal Gruppo FAI Giovani Cremona: insieme hanno “coltivato” collaborazioni con importanti partners, non solo cremonesi, perchè “SeMiScambi” diventi un’intera giornata di festa e di approfondimento, ricca di appuntamenti per i partecipanti, attesi anche da molto lontano.

Così sono previsti: dimostrazioni pratiche di semina e coltivazione, materiali informativi e didattici sulla flora autoctona lombarda e sulla sua conservazione, semi di ortaggi, cereali e legumi nella varietà tipiche delle tradizioni agricole locali.

Alle rre 17.00 di giovedì 25 aprile vi sarà la presentazione delle attività della Banca del Germoplasma dell’Università di Pavia, a seguire dimostrazione pratica di semina e trapianto, a cura della Banca del Germoplasma (Lombardy Seed Bank) dell’Università di Pavia e dell’associazione Civiltà Contadina.

Si terrà anche un’esposizione didattica delle essenze lignee della provincia di Cremona a cura delle Guardie Ecologiche Volontarie cremonesi.

Non solo: la manifestazione prevede visite guidate al borgo di Castelponzone e alla Chiesa Vecchia di Scandolara Ravara, un percorso affascinante fra gli “strettini” (vicoli) del borgo per scoprire la sua storia e l’antica tradizione della lavorazione della canapa nel Museo dei cordai, ma anche i capolavori custoditi nella chiesa parrocchiale e nella Chiesa Vecchia di Scandolara Ravara.

Non mancheranno le degustazioni e la vendita di prodotti locali e cestini pic-nic a cura dell’associazione Strada del Gusto Cremonese.

Previste anche escursioni in bicicletta a cura di Fiab Biciclettando Cremona: alle ore 10,30 partenza per l’Acquario del Po di Motta Baluffi (7,4 km), che nelle sue ottanta vasche custodisce le specie ittiche del Grande Fiume, oltre a rettili, anfibi e crostacei; alle ore 15 la partenza per la Cascina di Cingia (5,5 km) con visita alle coltivazioni di agricoltura biologica e vendita diretta dei prodotti.

SeMiScambi avrà particolare attenzione per i bimbi, con il giardino delle erbe matte. Nel magico giardino dei bambini di SeMiScambi succederà un po’ di tutto: una caccia al tesoro nella piazza, disegni su disegni e tanti giochi per imparare a riconoscere i semi.

A cura del Museo Civico della Civiltà Contadina Cascina “Il Cambonino Vecchio” di Cremona e del Gruppo FAI Giovani Cremona, verranno proposte presentazioni dell’associazione Verdecuratoda per la promozione dell’arte contemporanea in atti ecologicamente responsabili.

Nella piazza centrale sarà inoltre allestita una mostra mercato di florovivaismo.

Per ulteriori informazioni, anche sulle modalità di scambio di semi, è possibile inviare domande all’indirizzo e-mail faigiovani.cremona@fondoambiente.it, oppure sulla pagina facebook SeMiScambi o consultando il sito internet www.faigiovani.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti