Commenta

Casalese pro
terremotati, ma serve
uno sforzo in più

coverciano-casalese-ev

Anche la Casalese ha deciso di aderire, lo scorso novembre, all’iniziativa della Figc di Parma, di mettere da parte un piccolo salvadanaio per ogni società sportiva, da consegnare poi a fine stagione con una delegazione del settore giovanile.

Il ricavato di questa simpatica iniziativa, che si concluderà con la cerimonia di consegna domenica 19 maggio alle ore 15 presso lo stadio Braglia di Modena, sarà devoluto alle popolazioni terremotate, in particolare dei comuni di Mirandola e San Felice sul Panaro.

La Casalese dovrà consegnare il suo salvadanaio con una delegazione formata dalla squadra degli Esordienti 2001. Ma al momento, fa sapere Gianni Petrolini, responsabile del settore giovanile biancoceleste, il salvadanaio biancoceleste piange un po’: “Il salvadanaio è esposto da tempo presso il bar della Casalese e tutti possono fare un’offerta libera. Al momento è molto leggero. E’ importante che possano partecipare in tanti: alla fin fine, se mettiamo insieme atleti, genitori, tecnici, dirigenti, amici e tifosi, con un solo euro a testa, credo potremmo arrivare almeno alla somma di mille euro, il che ci consentirebbe di fare una buona figura”.

Un appello che, siamo certi, non cadrà nel vuoto.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti