Commenta

Uomo investe compagna
poi torna e si pente
Litigio passionale?

investimento-gelosia-ev

Molto probabilmente c’è un litigio per motivi passionali alla base del gesto di un uomo di Casalmaggiore, il 49enne R. P., che ha investito la convivente N. S. di 44 anni.

La donna, ricoverata in codice giallo (ferite di media gravità) con una caviglia fratturata all’ospedale Oglio Po, avrebbe incontrato l’uomo sulla strada bassa per Vicomoscano attorno alle 19.15, davanti all’impresa di rottamazione auto Allegri: la scena, alla vista dei primi testimoni accorsi, mostrava da un lato una Mercedes nera classe A con la gomma posteriore distrutta e, dietro a questa, una scarpa e un calzino da donna. Dall’altro, invece, il Range Rover guidato dall’uomo. La prima ricostruzione, comunque frammentaria e parziale, spiega che i due, scesi dalle rispettive automobili, hanno in un primo momento discusso a piedi. Poi la donna è tornata in macchina ma, prima di salirvi, è stata investita dall’uomo, evidentemente in preda a un raptus.

Come conferma, tra l’altro, il resto della storia: R. P. è infatti tornato sul luogo del misfatto accompagnato dal padre. Avrebbe anche minacciato un folle gesto rivolto su se stesso, prima di desistere aiutato da una pattuglia della polizia stradale e dalla radiomobile dei carabinieri di Casalmaggiore, che lo hanno visto disperato, in lacrime, visibilmente pentito per il gesto appena compiuto e hanno cercato di tranquillizzarlo. Va detto che l’uomo, subito dopo l’investimento, ha avuto comunque il buon senso di chiamare il 118, prima di allontanarsi, tornare e lasciarsi andare alla disperazione, avendo evidentemente realizzato la gravità del suo gesto. Le forze dell’ordine stanno ora ricostruendo con maggiori dettagli e completezza l’accaduto di una vicenda davvero delicata.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti