Commenta

Bozzolo, convegno
e messa in ricordo
di don Primo Mazzolari

vecchio-mazzolari-bozzolo-ev

Nella foto, un momento del convegno di sabato intitolato “La bellezza ci salverà”

Si è tenuto sabato, nella sala civica di Bozzolo, il convegno di studi “La bellezza ci salverà. Mazzolari, l’arte e gli artisti”, promosso dalla Fondazione “Don Primo Mazzolari”. Dopo il saluto del sindaco bozzolese Anna Compagnoni, l’introduzione alla mattinata di studio è spettata al presidente del comitato scientifico della fondazione nonché docente di Storia Contemporanea all’Università degli Studi di Parma, il professor Giorgio Vecchio.

Padre Ermes Ronchi, priore alla Corsia dei Servi di Maria di Milano e commentatore del Vangelo domenicale su Raiuno, ha quindi approfondito la tematica “Mazzolari e la bellezza”.

Il giornalista Tullio Casilli e la professoressa Gloria Bianchino hanno poi ripercorso storia e protagonisti del premio d’arte “Città di Bozzolo”, ideato proprio da don Primo Mazzolari negli anni Cinquanta con l’intento di avvicinare il popolo a Dio attraverso linguaggi e suggestioni artistiche.

In occasione della giornata di studio, Poste Italiane ha predisposto un apposito annullo filatelico.

Presenti all’incontro don Bruno Bignami e monsignor Giovanni Marra, già arcivescovo di Messina, che conobbe da vicino don Primo Mazzolari durante il suo soggiorno a Roma, per scrivere il libro «La Carità del Papa».

Il presule, oggi alle 17,30, nel 54° anniversario della morte di don Primo Mazzolari, celebrerà l’Eucarestia nella parrocchiale bozzolese di San Pietro.

 

© Riproduzione riservata
Commenti