Commenta

Commessaggio e
Sabbioneta a Fondi,
“parente” gonzaghesca

sabbio-fondi-ev

Nella foto, due momenti dell’incontro a Fondi

Nella località di Fondi, in provincia di Latina, ha avuto luogo l’incontro organizzato dalle Pro Loco di Sabbioneta e di Commessaggio per rinsaldare i rapporti storici e di amicizia tra i territori mantovani e la città laziale.

La visita, patrocinata anche dalle amministrazioni comunali delle tre località, si è tenuta in occasione del cinquecentesimo anniversario della nascita della contessa di Fondi Giulia Gonzaga (zia di Vespasiano fondatore di Sabbioneta), avvenuta a Gazzuolo nel 1513.

La delegazione mantovana è stata calorosamente accolta presso il rinascimentale Palazzo Caetani, che per una decina d’anni fu dimora di Giulia, dove ha avuto luogo l’incontro istituzionale con le autorità fondane, coordinato dal presidente della locale Pro Loco, Gaetano Orticelli. Hanno presenziato all’incontro il sindaco di Fondi Salvatore
De Meo, l’assessore al turismo Beniamino Maschietto e lo studioso di storia locale Massimo Rizzi che ha messo in rilievo le analogie e le somiglianze nella struttura urbanistica e nella storia religiosa e civile delle due città.

Il territorio mantovano è stato rappresentato da Alberto Sarzi Madidini coordinatore delle Pro Loco del bacino Oglio-Po e promotore dell’iniziativa, Federico Agosta del Forte presidente della Pro Loco di Commessaggio, Franco Alessandria assessore allo sport e politiche giovanili del comune di Sabbioneta, Andrea Sanfelici sindaco di Commessaggio ed Emanuela Donelli dell’ufficio IAT di Sabbioneta.

Hanno fatto da cornice all’evento anche i rappresentanti del Gruppo Storico “Città di Sabbioneta” con i loro costumi, perfette riproduzioni di quelli del tempo di Vespasiano Gonzaga, e il Gruppo Folk “Città di Fondi”, vestiti con i costumi tradizionali. Dopo l’incontro, con relativo scambio di doni, la delegazione mantovana ha visitato il centro storico di Fondi ed i suoi siti storico-architettonici più rappresentativi: le chiese di San Francesco, San Pietro e Santa Maria,
il Castello Caetani, il quartiere ebraico, il Convento di San Domenico e l’Abbazia di San Magno.

Un primo incontro volto a porre le basi per i futuri rapporti tra i due territori. Nel mese di giugno, infatti, i fondani ricambieranno la visita: una loro delegazione verrà a conoscere le terre gonzaghesche in cui ha avuto i natali Giulia Gonzaga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti