Commenta

Casalmaggiore, ora
la differenziata arriva
anche al cimitero

differenziata5_ev

La raccolta differenziata arriva anche al cimitero di Casalmaggiore: concludendo una fase sperimentale iniziata un anno fa, la Casalasca Servizi ha installato, a metà della scorsa settimana, ventisei bidoni da 240 litri l’uno anche nel cimitero cittadino.

Emanuele Bernardelli, responsabile della Spa con sede a San Giovanni in Croce, ha spiegato i motivi di questa scelta: “Dalla primavera 2012 abbiamo iniziato, per testare l’efficacia di questa iniziativa, a installare due bidoni destinati a diverso contenuto per ogni cimitero delle dieci frazioni casalesi (ricordiamo che solo Motta San Fermo e Valle non hanno un cimitero in loco, ndr). Un contenitore è destinato al verde, un altro al secco, inteso però in senso lato, ossia contenente anche plastica e materiale, in generale, non vegetale”.

Prima a Casalmaggiore e nelle frazioni si trovavano cesti omnicomprensivi di alluminio, peraltro senza sacchi, dove veniva buttato di tutto, dai fiori, alla carta, ai cerini, eccetera. Oggi questi stessi cesti sono stati raggruppati e accantonati in un angolo del cimitero, in attesa di essere rimossi e magari riciclati (già che siamo in tema) in altri settori.

“Abbiamo notato” spiega Bernardelli “dopo un anno di sperimentazione che il 35% del materiale verde va a recupero. Non riusciamo a riciclare il secco, perché parliamo di rifiuti di vario genere che spesso il nastro separatore non riesce a scindere. Riteniamo tuttavia che la percentuale di recupero sia soddisfacente e per questo abbiamo insistito anche sul principale cimitero cittadino”.

Tra l’altro i nuovi bidoni, dotati di rotelle, sono anche più semplici di trasportare. Ma non è finita: dato che il cimitero è frequentato molto spesso da persone anziane, la volontà da parte della Casalasca Servizi è di rendere la cartellonistica di servizio molto più chiara e lampante. “Qualcuno ancora si sbaglia, ma succede sempre dinnanzi a una novità. Ora cambieremo sistema di informazione rendendo i cartelli più visibili e chiari, d’impatto. L’invito ai cittadini, sin da adesso, è di fare attenzione a questo cambiamento, che a nostro avviso rappresenta un servizio ad hoc importante per la cittadinanza”.

Giovanni Gardani

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti