Commenta

Furti a raffica in villa
Nel casalasco quattro
colpi in poche ore

furto_ev

Furti a raffica nel casalasco: è periodo, fa sapere il capitano dei carabinieri di Casalmaggiore Cristiano Spadano, perché i ladri sono bene informati e approfittano della gitarella primaverile fuori porta dei residenti, di moda con i primi caldi dell’anno.

A dire il vero domenica scorsa il tempo non è stato così clemente, ma questo non ha scoraggiato i malintenzionati, che hanno adoperato più o meno la stessa tattica: casa vuota, porta forzata con segni di effrazione e poi, via, di riffa e di raffa, racimolando quanto più possibile. Difficile quantificare il valore (“anche perché in qualche caso” ha spiegato Spadano “manca ancora una denuncia formale e noi ci siamo limitati a primi sopralluoghi sommari”), ma a sparire sono stati denaro contante e monili d’oro o comunque preziosi.

La modalità praticamente identica del furto fa pensare che ad agire sia stata la stessa banda. “Una probabilità che somiglia ad una certezza per quanto concerne Martignana di Po” spiega Spadano “dato che, in questo comune, i colpi sono avvenuti in villette unifamiliari in luoghi abbastanza isolati, che si trovano in un raggio di 200 metri al massimo. Inoltre, in entrambi i casi, i proprietari hanno detto di essere usciti di casa nel primo pomeriggio, per un paio d’ore”. Possibile, ha confermato il capitano, anche la “gitarella” fuori porta al vicino Motoraduno di Gussola. I furti sono avvenuti in via Bardellina e via Di Vittorio, entrambe vicine alla strada provinciale che taglia il paese.

Gli altri due colpi sono invece avvenuti in due frazioni di Casalmaggiore: a Vicomoscano (via Giovanni XXIII) e a Cappella (via Mantegazza, vicino alla chiesa). In questo caso però la fascia oraria presa in esame è molto più ampia: dalle 13 alle 20, fanno sapere i carabinieri e, quindi, non è detto che nel comune casalese ad agire sia stata la stessa banda di Martignana.

“Stiamo indagando, purtroppo il fenomeno c’è, è inutile negarlo e il rischio è che con il bel tempo queste azioni possano andare avanti ancora con più intensità” ammette Spadano. Si tratta di quattro colpi un po’ più normali, per così dire, almeno per quanto concerne la tipologia di refurtiva, rispetto al ladrocinio di galline e salumi andato in scena a Torricella nelle ultime ore.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti