Commenta

Pdl Viadana precisa:
dal 2011 contrari al
trasferimento dell’Urp

urpviadana_ev

Nella foto, l’ufficio Urp di Viadana

Il responsabile delle relazioni esterne del Popolo delle Libertà di Viadana, Paolo Rossin, con i consiglieri del Pdl Christian Manfredi e Claudio Formici, entra nel merito della questione legata al trasferimento dell’ufficio Urp di Viadana, rivolgendosi direttamente al M5S e all’Udc.

“In qualità di incaricato alle relazioni esterne del Pdl – comunica Paolo Rossin – desidero evidenziare al Movimento 5 Stelle che già nel dicembre 2011 il consigliere comunale Manfredi aveva espresso il proprio parere contrario al trasferimento dell’Urp. E’ necessario sottolineare che il club del “basta bugie”, rivolgendomi espressamente all’Udc di Viadana, deve smettere di mitigare i propri litigi tra i banchi consiliari in quanto il capo gruppo Udc Ferrei non ha fatto altro che bocciare in diretta la linea del proprio vicesindaco Udc Anzola addetto ai lavori pubblici”.

“Certamente non siamo chi porta avanti una politica di opposizione di sinistra estrema, come il Movimento 5 Stelle, ma proponiamo un’azione di minoranza collaborativa senza nascondere le nostre intenzioni. Ricordando alcuni esempi il Pdl ha migliorato il piano rumore acustico, ha indotto il comune ad approvare un nuovo regolamento alle povertà, è stato il primo a segnalare i disservizi della biblioteca di San Matteo, si è opposto alla vendita dell’ex-pretura e ha evidenziato il difetto del progetto di Piazza Manzoni e Via Cavallotti vincolato alla destinazione non carrabile”.

“E’ inutile, continuano i consiglieri Manfredi e Formici, a voler addossare alla minoranza certe responsabilità: i capi gruppi di maggioranza Udc e Pd sono incoerenti in quanto, mentre da una parte continuano a contrapporsi alle scelte della giunta, dall’altra proseguono nelle dichiarazioni di piena fiducia al sindaco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti