Commenta

Mistero al Famila
Bottiglia sospetta:
un falso allarme

bomba-famila_ev

Dopo l’attentato di ieri a Roma davanti a Palazzo Chigi è normale che tra la gente comune possa serpeggiare un po’ di panico o comunque una certa apprensione che alle volte ingigantisce rischi e paure che alla fine si risolvono, magari, in una risata. Un episodio che si può tranquillamente ricondurre a questo filone è accaduto poco prima delle ore 18 davanti al supermercato Famila di Casalmaggiore.

Un ex vigile in pensione ha notato, dal lato di strada Asolana dove si trova la ciclabile, esattamente davanti a uno dei cancelloni che conducono al parco di via Corsica come ingressi laterali, “un oggetto rosso e nero” (così è stato descritto alla polizia locale) abbastanza sospetto. In particolare a far pensare male è stato il tappo che chiudeva l’oggetto, di colore rosso appunto, che sembrava molto simile a una valvola utilizzata per le pentole a pressione.

Poiché la prudenza non è mai troppa l’ex vigile ha pensato di allertare una pattuglia della polizia locale, che da piazza Garibaldi si è recata sul luogo del ritrovamento. Uscito dalla vettura, l’agente non ha fatto altro che constatare che l’oggetto era in realtà innocuo. Si trattava di un piccolo fusto in plastica da cinque litri, che con ogni probabilità conteneva vino. “Lo manderemo in discarica” spiegano dal comando locale di Casalmaggiore “per fortuna non era nulla di pericoloso”. Meglio comunque avvertire le forze dell’ordine in questi casi: un controllo in più certo non fa male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti