Commenta

Postino telematico
in 11 comuni casalaschi
Servizi sul posto

postino_ev

Il “postino telematico” è la rivoluzione del sistema di recapito della corrispondenza perché offre ai cittadini l’opportunità di ricevere “a domicilio” alcuni servizi di Poste Italiane. In 44 Comuni della provincia di Cremona, di cui undici del territorio casalasco, da oggi si possono pagare a casa direttamente ai 72 portalettere che normalmente si occupano del recapito della corrispondenza, le bollette, le spedizioni in contrassegno ed effettuare ricariche telefoniche e carte prepagate. Con il postino telematico Poste Italiane ha aperto la fase di ulteriore evoluzione e semplificazione del servizio che fa sempre più leva sull’adozione della tecnologia per rendere più rapido ed efficiente il lavoro per gli addetti al recapito e rendere ancora più semplice la vita dei cittadini.

Una piattaforma mobile per i servizi al cittadino

L’uso dei terminali mobili permette ai portalettere di automatizzare una serie di attività che finora erano svolte manualmente e di ampliare progressivamente la gamma delle opportunità offerte ai cittadini. I postini con palmare e stampante in Lombardia sono ormai circa 3.100 su un totale di circa 5.700 portalettere. Di questi circa 1.250 portalettere sono muniti anche di POS e quindi possono erogare servizi come il pagamento dei bollettini e delle spedizioni in contrassegno tramite Postamat o Postepay e anche effettuare ricariche telefoniche o della carta Postepay. In futuro proprio grazie al palmare e al POS i “portalettere telematici” avranno anche la possibilità di fornire ai cittadini anche servizi a forte valenza sociale come il pagamento dei ticket sanitari e di pratiche amministrative.

Un piccolo ufficio postale itinerante

Il portalettere è dotato di un “palmare” e stampante che gli consente di rendere più rapide le operazioni di consegna della corrispondenza e ne aumenta ulteriormente la capacità operativa e l‘efficienza trasformandolo in un piccolo Ufficio Postale itinerante.

Il privato, il professionista e le imprese possono così disporre di servizi di corrispondenza “su misura” e pagare bollettini di conto corrente rimanendo comodamente a casa o in ufficio utilizzando le carte postali (Postepay e Postamat) o le carte Bancomat dei circuiti internazionali Maestro e VISA Electron. Basta prenotare la visita di un portalettere, in questa fase di lancio senza costi aggiuntivi, chiamando il numero gratuito 803.160

Tra le varie opportunità offerte, il cliente può concordare con il portalettere, munito di palmare, l’impostazione occasionale o periodica di quantitativi definiti di posta ordinaria o registrata utilizzando le offerte disponibili. Il giorno successivo il postino consegnerà al cliente la ricevuta della corrispondenza spedita.

Inoltre, la tradizionale cartolina gialla che avvisa il destinatario del tentato recapito di una lettera raccomandata è stata sostituita dall’avviso stampato direttamente dal portalettere e lasciato in cassetta in sua assenza. In questo avviso sono fornite in modo chiaro tutte le informazioni necessarie per il ritiro del plico.

Potrà ordinare prodotti dal catalogo PosteShop che verranno consegnati a casa del cliente entro 8 giorni e ricevere direttamente al proprio domicilio la Sim PosteMobile, prenotandola al Servizio Clienti Poste Mobile.

Tecnologica all’avanguardia

L’attuazione del “postino telematico” è stata possibile grazie alla creazione di una nuova piattaforma tecnologica che consente a Poste Italiane di sviluppare nuove opportunità di business, con un‘attenzione particolare a servizi dedicati a specifici segmenti del mercato postale e finanziario.

Il progetto rappresenta un passo ulteriore nello slancio innovativo che ha permesso in questi anni la creazione di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto e che ha fatto di Poste Italiane un protagonista del processo di modernizzazione del Paese. In questo contesto Poste Italiane si propone come infrastruttura di contatto con il territorio, a disposizione di quei soggetti pubblici e privati che hanno esigenza di raggiungere in modo semplice, sicuro ed economico ampi segmenti di popolazione.

I COMUNI INTERESSATI NEL CASALASCO

Casalmaggiore

Casteldidone

Gussola

Martignana di Po

Rivarolo del Re ed Uniti

San Giovanni in Croce

San Martino del Lago

Scandolara Ravara

Solarolo Rainerio

Spineda

Torricella del Pizzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti