Commenta

Esplora Po raddoppia
da giovedì al via anche
con le scuole materne

esplorapo_ev

Nella foto una lezione in golena dell’edizione 2012


Il progetto Esplora Po raddoppia: sia perché si tratta della seconda edizione del progetto organizzato dalla Pro Loco di Casalmaggiore, sia perché ad essere coinvolte quest’anno non saranno soltanto le scuole elementari ma anche le materne.

Esplora Po è stato per quest’anno messo nero su bianco da Enrico Valenti, consigliere comunale con delega al Turismo, e dall’insegnante Chiara Tosi. Il progetto doveva partire proprio oggi, ma a causa della piena “morbida” del fiume Po è stato necessario spostare in avanti il progetto, che comunque partirà giovedì 9. Due i blocchi didattici previsti, come detto: giovedì 9 e venerdì 10 i ragazzi delle scuole elementari di Casalmaggiore, Vicobellignano e Rivarolo del Re, divisi per gruppi, seguiranno le lezioni sia la mattina che il pomeriggio. Sabato 11 invece saranno impegnati solo la mattina. Lunedì 13 e martedì 14 invece suggestiva gita in barca sul fiume, con la possibilità di esplorare anche le “bettoline” che prelevano la sabbia dalle sponde del Po. Dal 27 al 30 maggio (il 30 solo di pomeriggio, gli altri giorni anche la mattina) seguiranno invece questo percorso educativo i bambini delle scuole materne di Casalmaggiore e di Rivarolo del Re.

Il progetto impegna, come detto, la Pro Loco, ma anche le Guardie Ecologiche Volontarie e alcuni altri volontari, che controlleranno i bambini durante il percorso didattico, onde evitare pericoli. Sarà una full immersion nel verde, a stretto contatto con la golena e il suo ambiente, studiando specie autoctone e analizzando, anche con esperimenti pratici, i segreti della natura fluviale. Le attività didattiche, almeno per la prima fase rivolta alle scuole elementari, si terrà non al Lido Po, per ovvi motivi legati alla piena, ma all’interno dei locali della cascina Storti, davanti alla chiesetta di Santa Maria, gentilmente concessa dalla famiglia.

L’unico problema, che si sta cercando di risolvere, è legato all’attracco della barca, al momento ostruito da alcuni tronchi che renderebbero impossibile l'”aggancio” dell’imbarcazione: si confida però nell’abbassamento del livello del fiume (la piena si sta piano piano sgonfiando) per rendere possibile la gita del 13-14 maggio.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti