Commenta

Casalaschi, ecco
lo spettacolo visibile
dalla torre Littoria

littorio4_ev

Oggi pomeriggio, dalle ore 15 alle ore 18.30, i casalesi e tutti coloro che visiteranno la festa dell’Europa godranno di un particolare privilegio: osservare il panorama di Casalmaggiore dall’alto della torre Littoria, nota anche come torre dell’Acquedotto.

Grazie all’aiuto delle Guardie Ecologiche Volontarie, infatti, la torre sarà eccezionalmente aperta al pubblico, con alcune precauzioni: non potranno infatti salire fino in cima i cardiopatici e coloro che portano un pacemaker, per evitare problemi di salute, come del resto riporta il cartello di avviso all’ingresso della torre.

Di epoca fascista (da qui il suo nome) la torre è costituita da 185 gradini: se i primi 132 sono su normali scale non troppo ripide, gli ultimi 53 sono su una scala a chiocciola abbastanza buia, tanto che le Gev aiuteranno i visitatori con una torcia elettrica. Una salita non comodissima forse, ma nemmeno impossibile: e comunque vale la pena provare. Perché dall’alto della torre, grazie ad uno spiazzo messo in sicurezza da una rete metallica di recinzione, è possibile osservare sui quattro lati Casalmaggiore e dintorni dall’alto. Il fiume Po in tutta la sua maestosità e poi monumenti, chiese, la piazza Garibaldi, il Torrione e ancora la maxi fabbrica della Marcegaglia in tutta la sua imponenza. Non solo, anche alcune chiesetta delle frazioni o di altri comuni sono visibili: si riconoscono tra le altre Santa Maria, San Leonardo, Santo Stefano, la chiesa dell’ospedale, il San Francesco, la chiesa di Vicomoscano, di Roncadello, di Cicognara e di Quattrocase, oltre al Santuario della Fontana.

Mai come in queste occasioni a parlare sono le immagini, che ieri abbiamo scattato in anteprima: ecco il panorama del quale i visitatori della torre potranno godere oggi pomeriggio.

Giovanni Gardani


© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti