Commenta

Sorpresa sul Po:
a Casalmaggiore
avvistati alcuni cigni

cigno-ev

Nella foto uno degli esemplari, visto in lontananza, sull’ansa del Po di Casalmaggiore

L’immagine, purtroppo, non è molto chiara, anche perché la corrente del Po è davvero veloce, anche nel periodo successivo alla piena, e cogliere l’attimo è più che mai difficile. Tuttavia, con uno zoom profondo, la sagoma dell’animale più elegante delle acque si scorge.

La residente in via Giordano Bruno a Casalmaggiore, che ha fornito alla nostra redazione questa foto, scattata dal balcone di casa, non è la sola ad avere notato una gradita quanto inattesa presenza questa mattina a Casalmaggiore: 4-5 splendidi esemplari di cigni hanno solcato le acque del Grande Fiume, trascinate dalla corrente che ha concesso la sontuosa visione soltanto per pochi secondi.

Era da diversi anni (almeno un lustro) che questo animale, da sempre considerato simbolo di grande eleganza e che solitamente “abita” le acque più tranquille dei laghi, non veniva notato sul Grande Fiume. Anche perché, come si evince dalla foto, i cigni hanno “navigato” il Po nella zona centrale, lasciandosi trascinare dalla corrente, senza alcuna intenzione di fermarsi sulla riva, come invece capita spesso quando i corsi d’acqua sono più placidi e lenti.

Uno degli ultimi episodi di avvistamento fu abbastanza triste: una coppia di cigni, infatti, sostò per qualche minuto vicino all’attracco ma uno dei due finì con il becco infilzato da un amo galleggiante. Soltanto l’intervento di un veterinario della Lipu riuscì a salvare il pennuto. Stavolta l’apparizione è stata più fugace, ma anche meno traumatica per gli animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti