Commenta

Rugby Viadana, l’Europa
riparte da Londra,
Bayonne e Grenoble

rugby-ev

E’ partita ufficialmente mercoledì la stagione 2013/14 con i sorteggi effettuati presso l’Aviva Stadium di Dublino alle 14,30 (orario locale), per la composizione dei gironi delle competizioni ERC.

Il Rugby Viadana, presente nella seconda fascia di merito dell’Amlin Challenge Cup, è stato inserito nella pool 4 insieme a London Wasps, Aviron Bayonnais e FC Grenoble Rugby. Due formazioni transalpine ed una inglese per il ritorno dei gialloneri nelle grandi competizioni continentali, una sorta di flash back con l’ultima partecipazione del Viadana in Challenge, quando allora sfiorò uno storico passaggio del turno (2008/09) contro Saracens, Bayonne e Stade Montois.

“Siamo felici – sottolinea Antonio Zanichelli, direttore generale del Rugby Viadana – perché andiamo ad incontrare squadre che non abbiamo mai affrontato squadre come London Wasps e Grenoble, mentre il Bayonne è profondamente cambiato rispetto alla doppia sfida della nostra ultima Challenge. Tra i baschi ci sono profili internazionali di primissimo livello come Mike Phillips e Joe Rokocoko solo per citarne alcuni. Torneremo a respirare un’atmosfera che nella stagione appena conclusa non abbiamo vissuto, sarà sicuramente stimolante confrontarsi ancora con le grandi d’Europa oltre a ritrovare un ex giallonero come Andrea Masi tra le fila dei londinesi. Il nostro obiettivo è quello di essere competitivi – aggiunge Zanichelli –  in ogni singolo confronto con conseguente innalzamento del nostro livello di gioco”.

Coach Rowland Phillips concorda: “Prendere parte ad un girone così selettivo rappresenta una grande opportunità perché spinge la squadra a cercare di migliorare e limare i propri limiti. Quello che attende oggi Viadana è un lavoro duro ed impegnativo tanto quanto sarà il girone in cui è stato inserito”.

Questo è il ranking <http://www.ercrugby.com/ita/classifica_europea.php> attuale dell’ERC per i club ce partecipano ad Heineken e Challenge Cup.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti