Un commento

Casalmaggiore, il 29
giugno torna la
colorata marea Sikh

sikh_ev

Nella fotogallery alcune immagini della processione del 9 giugno 2012

Tornerà a sfilare a Casalmaggiore, a poco più di un anno di distanza, la processione sikh, che l’anno scorso coinvolse un migliaio di persone e attirò parecchi curiosi dal casalasco: l’incontro di mercoledì in comune tra una delegazione sikh e il sindaco Claudio Silla ha certificato la data della processione, che si terrà sabato 29 giugno.

Qualcosa di simile, per colori, suoni e senso di appartenenza, a Casalmaggiore non s’era mai visto, prima del 9 giugno 2012. Un viaggio in multi-cromia, con la prevalenza del colore arancione, salutò il comune casalese, in un corteo infinito che, partendo dalla Baslenga, arrivò fino al Duomo (suggestivo luogo di incontro di culture e religioni) per poi intraprendere la strada del ritorno. Quest’anno, tuttavia, si parla di un possibile allungamento del percorso, che consentirebbe alla marea colorata di giungere fino in piazza Garibaldi, per un autentico incontro di culture nel luogo simbolo della casalesità. I sikh del circondario (indiani prevalentemente provenienti dalla regione del Punjab) ancora una volta, come detto il prossimo sabato 29 giugno, ricorderanno così la distruzione del tempio d’oro, organizzando una processione che seguirà nel dettaglio e con dovizia ogni particolare del cerimoniere già presentato lo scorso anno.

Ad aprire la parata saranno infatti ancora una volta donne munite di scope che ripuliranno la via al passaggio del libro sacro, mentre altri ragazzi disinfesteranno l’aria con deodoranti: tale libro infatti può passare solo in territorio puro. Il carro principale, coloratissimo, verrà introdotto da guerrieri-custodi con il pugnale (arma di difesa, non di offesa), mentre alle spalle si esibiranno spadaccini in duello e anche acrobati con speciali ragnatele coreografiche di spago.

Come lo scorso anno il corteo sarà aperto e seguito da carabinieri, polizia locale, protezione civile e guardie ecologiche volontarie, e costituirà un esempio di integrazione e manifestazione assolutamente pacifica.

Ai colori si assoceranno poi i suoni, degni di un musical di Bollywood con il misticismo, però, della processione sacra, chiusa in Baslenga dal banchetto di gruppo (anche se qualche assaggio culinario tutto spezie sarà già a disposizione in zona Duomo).

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • attilio

    Bella manifestazione, la condivido.