Commenta

Casalmaggiore, arriva
la Casa della Salute,
pronto soccorso bianco

ambulatorio_ev

Solitamente lo chiamano, per rendere l’idea, pronto soccorso bianco. Perché è un semplice ambulatorio che però garantendo la presenza di sanitari 24 ore su 24 e tutti i giorni dell’anno, mira a venire incontro alle esigenze del cittadino e a sgravare il pronto soccorso vero e proprio di un peso, almeno per i casi meno disperati (i cosiddetti codici bianchi, appunto).

Anche a Casalmaggiore questa esperienza è finalmente partita, grazie alla cooperativa di medici Comete, che ha sede in via IV novembre, dove i poliambulatori dall’inizio del mese hanno preso il nome di Casa della Salute. Casalmaggiore, in provincia di Cremona, è capofila, di fatto, assieme a Soresina di un progetto che ha ovviamente il benestare del Ministero della Salute (finanziatore in parte) e dell’Asl di Cremona. Dieci medici di base e un pediatra formano la cooperativa Comete, fondata nel 2002 e dunque ormai rodata: responsabile del progetto è uno di questi medici, ovvero Alfredo Camaiora.

La presenza di personale e la copertura costante, 24 ore su 24, festivi compresi, tutti i giorni dell’anno, sarà garantita dalla turnazione tra medico di famiglia (coadiuvato da infermiere) e guardia medica, che si sostituirà al primo quando questo non sarà presente. Sui codici bianchi, quelli meno gravi, il medico di base o la guardia medica possono intervenire direttamente, mentre sui casi più delicati la Casa della Salute di via IV novembre potrà comunque garantire un buon tramite verso il nosocomio Oglio Po. Il tutto per evitare l’intasamento del pronto soccorso dell’ospedale di Vicomoscano, che in qualche caso viene preso d’assalto anche di fronte a situazioni che si potrebbero risolvere con più serenità e soprattutto con altre strade.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti