Commenta

Bimbe smarrite
e ritrovate a Suzzara
Verificano cc Viadana

parco_ev

Stanno indagando i carabinieri di Viadana su un fatto che ha destato parecchio scalpore a Riva di Suzzara: due bambine di 10 anni, residenti a Codisotto di Luzzara, si sarebbero infatti perse durante una gara di orientamento organizzata dal Grest della locale parrocchia.

I carabinieri di Viadana, che, come noto, controllano anche la zona di Suzzara, hanno già avviato accertamenti per valutare responsabilità in ordine ai difetti di predisposizione, condotta, vigilanza e tutela nei confronti delle minori da parte di tutti gli organizzatori e animatori dell’evento, fatto per il quale sarà informata l’Autorità Giudiziaria di Mantova per le ipotesi di reato emergenti.

Questi i fatti: alle 12 di venerdì il parroco di Codisotto di Luzzara, don Edoardo Ruina, contattava la centrale operativa dei carabinieri di Viadana, segnalando che, durante una gara di orientamento nell’ambito del proprio Grest parrocchiale in atto nella frazione Riva di Suzzara, in zona golenale all’interno del parco di San Colombano, due bambine di 10 anni non avevano risposto all’appello dalle 10,30 precedenti, senza più dare notizia. Le giovani, così come riferito, erano inizialmente inserite in un gruppo di altri  12 coetanei; poi, singolarmente, ogni bambina (munita esclusivamente di una cartina) doveva attraversare da sola il parco di San Colombano su un percorso campestre in area golenale, con partenza ogni tre minuti e così distanziata dal partecipante precedente e dal successivo. Al termine della prova, un’ora più tardi, le due ragazzine non erano ancora giunte al traguardo e le prime ricerche da parte degli organizzatori avevano dato esito negativo, lasciando il posto alla preoccupazione soprattutto per i pericoli insiti nella conformazione dell’area golenale stessa.

Sul posto intervenivano subito le pattuglie delle stazioni carabinieri di Suzzara, di Borgoforte e dell’aliquota radiomobile di Viadana che – anche con un fuoristrada in dotazione – cominciavano immediatamente a perlustrare l’area in attesa di altro personale richiamato in servizio. Contemporaneamente veniva richiesto il concorso dei Vigili del Fuoco di Mantova – anche per l’area fluviale – e si alzava in volo un elicottero del Nucleo Carabinieri di Orio al Serio.

Le bambine – che si erano smarrite ognuna per proprio conto e poi, occasionalmente, si erano incontrate nella vegetazione facendosi coraggio l’una con l’altra – avevano continuato a vagare disorientate per due ore fino a quando, alle 13,00, avevano notato un ciclista occasionalmente in transito, avvicinandolo e chiedendo aiuto: l’uomo, residente a Luzzara, le aveva quindi rassicurate e poi accompagnate al centro del parco riconsegnandole agli organizzatori, spaventate ma in buone condizioni di salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti