Commenta

Casalaschi sugli scudi
alla prima edizione
della Pomponesco Night

mb-varotti-pomponesco-ev

Nella foto, Stella Varotti e il circuito della Pomponesco Night

Venerdì scorso è stata disputata la prima edizione della Pomponesco Night, inedita gara mountain bike preserale. La competizione, gestita dagli uomini della società viadanese Gs Rosa, era valida come quarta tappa del BMB Races e come terza tappa del rinnovato Night On Bike, circuito riproposto dopo un anno di stop grazie alla collaborazione tra  Emporiosport Tem 2, Team Sculazzo Italia e appunto il GS Rosa, connubio questo che da cinque anni organizza e gestisce con successo il River Marathon Cup, circuito di inizio stagione riferimento per molti amanti delle ruote grasse nelle distanze.

La gara ACSI, aperta a tutti i facenti parte la consulta nazionale ciclismo, è partita dalla piazza di Pomponesco e si è sviluppata su un circuito di 4600 metri circa, da ripetere più volte a seconda delle categorie.

Un circuito che non lascia respiro, caratteristica inequivocabile delle preserali che solitamente non arrivano all’ora di gara: partenza a tutta, per percorrere un massimo di cinque giri che alternano tratti veloci in sottobosco a repentini saliscendi dall’argine maestro, dove l’esplosività la fa da padrone per potersi aggiudicare una posizione che conta a fine gara.

Fra i partecipanti casalaschi, la meglio piazzata è Stella Varotti, dell’Emporiosport Team 2, seconda nella categoria riservata alle donne. Nei Junior, Erik Vezzosi dell’Emporiosport Team 2 si è qualificato quinto, Nicolas Tagliavacca dell’Avis Pedale Casalasco sesto, Manuel Avigni del Gs Rosa tredicesimo e Stefano Vezzoni dell’Emporiosport Team 2 quattordicesimo. Nella categoria Senior, Andrea Avigni del Gs Rosa si è classificato undicesimo.

La manifestazione si è concentrata nel piazzale del campo sportivo presso il bar “Non solo cafè” che a fine gara ha preparato un abbondante Risotto Party per tutti i partecipanti.

Il 28 giugno, a Sabbioneta, il BMB Races e il Nigth on Bike incroceranno ancora le loro sorti nel suggestivo circuito tra le vie e le mura della splendida cittadina dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti