Commenta

Coltello alla schiena:
impiegato costretto
a consegnare 1000 euro

carabinieri-ev

Grave gesto criminale questa mattina a Gazzuolo: un impiegato della filiale della Cassa Rurale e Artigiana di Rivarolo Mantovano è stato infatti minacciato, costretto a consegnare il malloppo della cassaforte e poi immobilizzato da un malvivente che ha fatto perdere le sue tracce.

Ecco il resoconto dettagliato dei fatti: alle 7,35 di questa mattina un uomo, presumibilmente italiano e di normali connotati, a volto scoperto, ha finto di operare allo sportello bancomat della locale filiale della Cassa Rurale e Artigiana di Rivarolo Mantovano in attesa del primo impiegato, incaricato dell’apertura.

All’arrivo di quest’ultimo, lo ha minacciato puntandogli un coltello alla schiena e poi, con lui, ha fatto accesso in banca. Dopo essersi fatto aprire la cassaforte ed aver asportato poco più di un migliaio di euro in banconote varie (cifra ancora da quantificare), ha fatto stendere a terra il bancario, gli ha legato mani e piedi con fascette in plastica autobloccanti ed è fuggito in bicicletta. L’impiegato, a fatica, è riuscito a trascinarsi fino ad un ufficio dove ha azionato il pulsante d’allarme ed ha atteso una pattuglia della locale stazione carabinieri, che lo ha liberato. Nella circostanza nessuno è rimasto ferito e non si sono registrati danni a cose. Indagini in corso da parte dei carabinieri di Gazzuolo e del N.O.R. dei carabinieri di Viadana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti